Recensione su Alla fine ci sei tu

/ 20186.84 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 31 Dicembre 2019 in Alla fine ci sei tu

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ennesimo teen-drama sulla scia di “Colpa delle stelle”.
Stavolta troviamo Calvin (Asa Butterfield) ragazzo ipocondriaco che frequenta gruppi di sostegno per malati terminali.
Qui conosce Skye (Maisie Williams), un’adolescente particolare, che affronta apparentemente senza paura la malattia e vuole ultimare una lista di cose da fare; per farlo chiede aiuto a Calvin.
Piccola variante sul tema, con Calvin che non soffre di nessuna malattia anche se condizionato da una grave tragedia del passato. L’incontro con Skye gli permetterà di uscire dal guscio; Calvin lavora con il padre e il fratello in aeroporto, addetto ai bagagli, ed è invaghito di una hostess, Izzy (Nina Dobrev apprezzata nella serie “The vampire diaries”). Lo strano rapporto di amicizia tra Skye e Calvin e il modo con cui Skye affronta la malattia rischiano di far dimenticare il cancro presente che purtroppo non è un’illusione.
Per 3/4 di film il tono è quello della commedia, anche abbastanza simpatica, il tono drammatico irrompe nell’ultima parte.
Nel resto del cast da citare lo “Stupido” Ken Jeong, visto in “Una notte da leoni”, nei panni del poliziotto con il padre malato di cancro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext