Recensione su Dellamorte Dellamore

/ 19946.2126 voti

Il prototipo di Dylan Dog / 29 Aprile 2020 in Dellamorte Dellamore

Piccolo capolavoro italiano di Michele Soavi tratto dall’omonimo romanzo di Tiziano Sclavi, nonché prototipo di quello che diverrà Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo di casa Bonelli. Il film è grottesco la qualità è un po’ da film di serie B, ma il film è una preziosa perla del cinema horror che non si prende troppo sul serio. L’unica pecca di questo film? Quella impedita di Anna Falchi, incapace a recitare e brava solo a mostrare i suoi seni. Onestamente se ne poteva fare benissimo a meno di lei e di quelle scene. Totalmente superflue.
E’ proprio a causa sua se non do a questo cult un 8 pieno. Peccato… chissà cosa passava per la testa ai produttori e a Michele Soavi a quel tempo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext