Recensione su Dellamorte Dellamore

/ 19946.2114 voti

Gnà / 21 maggio 2015 in Dellamorte Dellamore

Tratto dal romanzo di Tiziano Sclavi ( e che poi a ispirato Dylan Dog ) è un film che descriverei particolare… non che non mi sia piaciuto chiariamoci, anzi però è molto diverso dai classici film italiani ( e forse è per questo che mi è piaciuto ) lo fa diventare una piccola perla del panorama horror ( ma è riduttivo chiamarlo così ) italiano, merita quindi un applauso Michele Soavi ( il regista ) per aver diretto questo film troppo snobbato dalla critica.
Bene la interpretazione Ruper Everett ( il cui volto è stato da ispirazione per creare Dylan Dog ) e il divertente e tenero François Hadji-Lazaro ( Gnachi ) per la interpretazione di Anna Falchi stendiamo un velo pietoso… perchè oltre al lato estetico non da nulla al suo personaggio.
Per gli effetti speciali diciamo cosi e cosi ma dato che è una produzione italiana poteva anche essere di peggio, come per quanto riguarda le musiche ma vabbè…
Il finale del film l’ho apprezzato molto perchè è una metafora riflessiva sulla vita.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext