Recensione su Deepwater: Inferno sull'Oceano

/ 20166.444 voti

La realtà si mescola ottimamente con l’azione / 24 Ottobre 2017 in Deepwater: Inferno sull'Oceano

Tutti sicuramente conoscono l’incidente occorso nell’aprile del 2010 nel Golfo del Messico, uno dei più grandi disastri ambientali di sempre. Questo film racconta, dal punto di vista di chi lavorava sulla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon, dove ci sono, tra i principali protagonisti, Mike Williams (Mark Wahlberg) e Jimmy Harrell (Kurt Russell) come si sono svolti i fatti: un sistema pieno di falle, con ogni tipo di problema possibile e immaginabile, l’avidità e il totale menefreghismo degli uomini della BP (tra loro c’è John Malkovich) porteranno ad un disastro, come detto, di proporzioni colossali. Ben 11 persone moriranno, ma, in questa tragedia, spicca lo spirito di sacrificio e l’umanità delle varie persone, che mostrano coraggio e decisione, e riescono a salvare quante più vite possibili. Un dramma dei giorni nostri, perfettamente mescolato in una storia che si potrebbe definire action-thriller. Non semplice realizzare un film del genere, ma a sto giro il regista Peter Berg ha davvero confezionato un prodotto toccante, coinvolgente ed intelligente. Merito anche del cast, che comprende anche Kate Hudson e lo stesso regista in un ruolo minore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext