Recensione su Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

/ 20146.6219 voti

Senso generale di prevedibilità / 13 agosto 2014 in Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Capitolo improntato più sul genere action rispetto al precedente, con una storia sostanzialmente basata sulla lotta per la sopravvivenza tra gli umani e le scimmie.
Storia che pecca principalmente per un’eccessiva linearità. Si riesce facilmente a capire dove la vicenda andrà a parare sin dalle prime battute. Colpa anche dei personaggi, troppo ancorati ai loro ruoli (scontato il parallelismo tra buoni e cattivi dall’una e dall’altra parte) e della mancanza di significativi colpi di scena.
La CGI è valida come nel primo capitolo (l’espressività delle scimmie è curatissima). Le musiche, affidate questa volta a Michael Giacchino (che ho già avuto modo di apprezzare in Lost) sono promosse, anche se leggermente inferiori a mio parere rispetto a quelle di Patrick Doyle, compositore del film del 2011 dedicato alla saga.
Piccola nota: ho visto tante scene nella mia vita, ma quella di scimmie a cavallo che sparano con delle mitragliatrici (anche due alla volta) mi mancava…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext