Recensione su L'ora più buia

/ 20177.3199 voti
L'ora più buia

Oldman interpreta Winston Churchill / 31 Gennaio 2018 in L'ora più buia

Gary Oldman è Winston Churchill. Sottotitolo più evidente dell’opera candidata all’Oscar “L’Ora più Buia”. La statuetta è già sua? Si! Il regista Joe Wright ci racconta quello che tutti noi già sappiamo, ma ce la racconta nel modo in cui tutti avremmo voluto vedere. Escludendo i costumi ed il splendido Make-up, questo film è un tocco in più, che ora come ora è a dir poco essenziale. La storia più saggia di uno dei personaggi principali del ventesimo secolo viene esposta in modo oscuro e chiuso. L’anima di questo personaggio è troppo importante per noi “altri”, è l’uomo che ricopre il valore aggiunto in una seconda guerra mondiale ormai nelle mani della “tigre” (come sottolinea lo stesso Churchill nel film). Anche qui, come in “Dunkirk” il nemico è quasi assente, e lo sfondo è oscuro proprio come il titolo della pellicola… Oscuro non del tutto, l’unica luce è su di lui Oldman, Churchill: PERFETTO NELLA PARTE. Con sei nomination passeggerà nel tappeto rosso di Los Angeles, sperando in qualche degna statuetta. Otto e mezzo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext