Cose dell'altro mondo

/ 20115.488 voti
Cose dell'altro mondo

Dagli studi dell'emittente La9, durante uno dei suoi soliti sproloqui razzisti, l'industriale veneto Mariso Golfetto arriva ad invocare il rimpatrio di tutti gli immigrati presenti in Italia, causa -secondo la sua retorica populista- di tutti i problemi della nostra nazione; durante la notte si scatena una violenta tempesta elettrica e al mattino gli italiani devono constatare un'assurda realtà: ogni singolo extracomunitario è svanito nel nulla.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Cose dell'altro mondo
Attori principali: Diego AbatantuonoDiego AbatantuonoValerio MastandreaValerio MastandreaValentina LodoviniValentina LodoviniMaurizio DonadoniMaurizio DonadoniSandra CollodelSandra CollodelGrazia Schiavo, Ramiro Besa, Fulvio Molena, Sergio Bini Bustric, Laura Efrikian, Riccardo Bergo, Vitaliano Trevisan, Paola Rivetta, Roberta Sparta, Mostra tutti

Regia: Francesco PatiernoFrancesco Patierno
Sceneggiatura/Autore: Francesco Patierno, Diego De Silva, Giovanna Koch
Colonna sonora: Simone Cristicchi
Fotografia: Mauro Marchetti
Produzione: Italia
Genere: Commedia
Durata: 95 minuti

Dove vedere in streaming Cose dell'altro mondo

17 Marzo 2013 in Cose dell'altro mondo

Bella l’idea.
Purtroppo a mancare erano gli “schiavi” non le persone…Purtroppo…

La sagra dei luoghi comuni / 29 Dicembre 2012 in Cose dell'altro mondo

Cosa accadrebbe se una mattina ci svegliassimo e tutti gli extracomunitari sparissero nel nulla? Apocalypse now! L’impresario del nord-est Golfetto, con dipendenti extracomunitari nella sua fabbrica e in casa, la figlia che aspetta un figlio da un’africano e un poliziotto con madre malata di Alzheimer (e con badante dell’est) vengono travolti dalla “sparizione” improvvisa, costretti ad affrontare difficoltà, prima risolte dai loro odiati/amati extracomunitari.

Le premesse per questa pellicola sono molto buone, ma lo sviluppo risulta essere poco convincente, creando dei personaggi che sono macchiette di loro stessi, con accenti veneti improbabili e ideologie che, per quanto simili alla realtà, hanno un accento comico scadente. Più che un film sembra un manifesto politico che oscilla tra Gentilini (tanto per rimanere in tema con l’ambientazione) e Borghezio, e qualsiasi altro nome dell ben nota Lega Nord. E la domanda sorge spontanea: che la produzione abbia ricevuto “certi” finanziamenti?

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 5.5 / 16 Luglio 2012 in Cose dell'altro mondo

L’idea di partenza è originale ma purtroppo viene sviluppata male. Sembra più un documentario, in cui si mettono insieme varie idee sull’interazione tra gli italiani e gli immigrati. Dal “razzista” che inveisce contro di loro in televisione, che però dipende dagli operai immigrati che lavorati per lui e se la intende con una ragazza di colore; questo ruolo è interpretato da Diego Abatantuono, qualche volta un pò sopra le righe. Poi abbiamo Valerio Mastandrea, la cui ex (la splendida Valentina Lodovini) sta con un ragazzo di colore da cui aspetta un bambino. Purtroppo la storia procede un pò a strappi e pur essendo una commedia si sorride poco. Peccato, una buona idea di partenza un pò sprecata.

Leggi tutto

7 Marzo 2012 in Cose dell'altro mondo

Cose dell’altro mondo l’ho scoperto perchè le musiche sono di Simone Cristicchi, che lo sapete, lo seguo dai tempi in cui Fiorello fece passare per la prima volta a VivaRadio2 Vorrei cantare come Biagio Antonacci. L’idea è davvero originale: un imprenditore del nord (veneto per la precisione, infatti pare che si siano un pelino arrabbiati ma si debbono fare anche delle domande sul perchè sia stata scelta quella regione, piuttosto che un’altra. I pregiudizi hanno sempre un fondo di verità!)… dicevo un imprenditore del nord durante un discorso nella tv locale esprime il desiderio di spedire tutti gli immigrati al loro paese. La mattina dopo sono tutti spariti. Con le conseguenze del caso, che vanno a toccare il lato economico del paese e quello personale dell’imprenditore, perchè sotto sotto era affezionato alla prostituta di colore che frequentava e perchè la figlia aspetta un bimbo proprio da un operaio straniero.

Dunque idea originale e toccante, film secondo me ben recitato, interessante, ma…. conclusione affrettata, deludente, amara.

Peccato, perchè hanno rovinato quello che poteva essere una piccola perla.

Leggi tutto

Delusione cocente / 13 Settembre 2011 in Cose dell'altro mondo

Settembre e si riprende ad andare al cinema con i film reduci da Venezia.
Questo è un film esile e mediocre con un finale irrisolto . Gli attori sono bravi ma molto poco credibili in particolare Mastrandrea : che delusione!

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.