Contracted

/ 20136.132 voti
Contracted

Samantha è una ragazza fragile, in balia di una relazione che la destabilizza. Una sera, durante una festa, finisce a letto con uno sconosciuto. Questo breve incontro rappresenterà l'inizio di una spaventosa mutazione.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Contracted
Attori principali: Najarra TownsendNajarra TownsendCaroline WilliamsCaroline WilliamsKatie StegemanKatie StegemanmaschioAlice MacdonaldMatt MercerMatt MercerSimon Barrett, Ruben Pla, Dave Holmes, Celia Finkelstein, Charley Koontz, Andre Boyer

Regia: maschioEric England
Sceneggiatura/Autore: Eric England
Colonna sonora: Kevin Riepl
Fotografia: Mike Testin
Produttore: Eric England, J.D. Lifshitz, Raphael Margules
Produzione: Usa
Genere: Thriller, Horror
Durata: 84 minuti

Dove vedere in streaming Contracted

3 Settembre 2018 in Contracted

Storia non troppo originale (il paragonare i pericoli del sesso occasionale a possessioni, infestazioni o maledizioni varie torna di tanto in tanto alla ribalta), attori non proprio eccelsi per personaggi che sembrano caricaturali.
Tutto è raccontato attraverso gli occhi della protagonista, quindi un narratore inaffidabile, e ci permette di scoprire poco alla volta il suo passato, ma senza fornire spessore a chi la circonda o a lei stessa.
Una buona occasione sprecata, che raggiunge al pelo la sufficienza.

Leggi tutto

Irrealistico. / 14 Luglio 2018 in Contracted

Devo ammetterlo, non mi aspetto mai moltissimo da un film indie. Gli attori sono quelli che sono, il budget non è mai molto alto, tuttavia questo non impedisce di creare un buon film.
Questa pellicola presenta numerosi difetti: la recitazione degli attori (la protagonista recita in modo impacciato, non troppo realistico), la regia, la fotografia che non lascia nulla, e numerosissimi momenti completamente irrealistici.
Il film contiene moltissimi momenti che ti fanno dubitare della veridicità delle reazioni umane, dei dialoghi. Questi ultimi sono stupidi e impacciati, soprattutto se la protagonista deve interagire a lungo con qualcuno.
p.s. vi consiglio di non vederla in italiano, il doppiaggio fa schifo

DA QUI SPOILER:
le reazioni sono completamente irrealistiche, vi faccio un esempio: la madre vede sua figlia con un occhio rosso, che vomita sangue e le chiede: “sei incinta?” e niente, si mettono a discutere sul fatto che la figlia sia lesbica e che la madre non lo accetti, ma siamo pazzi? e come se non bastasse, mentre vomita sangue comunica alla madre che la hanno assunta per il lavoro che desiderava tanto. Ma certo. Io finisco qui, il resto vedetevelo voi se volete ridere, più che spaventarvi

Leggi tutto

3 Aprile 2014 in Contracted

Spoiler: la recitazione fa paura!

The Walking Death. / 1 Aprile 2014 in Contracted

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Questo piccolo ma decisamente ben realizzato horror indipendente affronta con originalità il tema degli zombie, proponendo anche (evvai!) un’ipotesi plausibile circa la fonte primigenia del contagio epidemico.

In realtà, il pretesto utilizzato per rappresentare il veicolo del contagio è quasi metaforico: il sesso non protetto è portatore di malattie veneree che, qui, degenerano in una mutazione fisica che, nel giro di settantadue ore, conduce alla morte cerebrale ma non esattamente a quella fisica, e che, nel frattempo, consente di trasmettere, inconsapevolmente o meno, la “malattia”, con una deriva verso la demenza mentale che richiama, non a caso, la sifilide.

Gli spunti offerti dal film sono molteplici e soggiaciono sotto l’impalcatura orrorifica del racconto.
La protagonista, per esempio, una ragazza bella e psicologicamente fragile che, in passato aveva sviluppato tendenze autolesioniste, dedicandosi anche alla droga e all’alcool, è alla ricerca di un’identità ed il suo desiderio di comprendere quale sia il proprio posto nel mondo la fa aggrappare disperatamente ad un’altra ragazza, le fa rifuggire le soluzioni di comodo (rappresentate dall’interessamento nei suoi confronti di un ragazzo timido) e, contemporaneamente, le consente di sviluppare un rapporto di odio/amore nei confronti della madre (piccola pecca: le varie icone sacre sparse per casa sono decisamente superflue e didascaliche).
La sua identità personale e di genere viene messa in discussione da un atto di violenza (Samantha è ubriaca e, assai probabilmente, viene drogata quando incontra l’ “untore”), le viene impedito di evolversi con cognizione, dal momento del contagio in poi le sue reazioni fisiche e psicologiche diventano inattese e incontrollabili.
Il disfacimento del corpo della protagonista non è solo funzionale alla narrazione horror, ma pone l’accento sul suo smarrimento personale, sull’incapacità (forse, sulla sua immaturità) di organizzare la propria vita, di prendersi realmente cura di sé: in questo senso, le orchidee appassite sono un banale ma efficace parallelismo.

Leggi tutto

28 Marzo 2014 in Contracted

Bellissimo film con una tematica che può apparentemente sembrare banale, ma che viene sviluppata in modo tale da diventare brillante.
Se volete comunque qui c’è la mia recensione completa 🙂
http://horrorchepassione.blogspot.it/2014/03/contracted.html

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.