16 Recensioni su

Come ammazzare il capo... e vivere felici

/ 20116.2385 voti

Divertente… 6,5 / 8 Maggio 2015 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Una commedia simpatica senza tante aspettative, attori discreti e situazioni da ridere. Per una serata da pizza e gelato, 6,5

10 Dicembre 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Mah, per me è molto più divertente questo film che Una Notte da Leoni, anche se il paragone non mi era venuto in mente. Io ho riso molto ma non posso che dare un parere soggettivo.

20 Agosto 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Perché si decida di tradurre “Horrible bosses” con “Come ammazzare il capo e vivere felici” resta un mistero. Vorrei conoscere gli abili traduttori dei titoli stranieri, è un mio sogno.

Comunque: 8 è un signor voto, nonostante il film non sia privo di difetti. Il cast pieno di star fa urlare all’americanata, non ci sono scese da piegarsi dal ridere. Eppure, diverte. Intrattiene e diverte, cosa altro si può chiedere ad una commedia?
Ora aspetto che Caparezza aggiorni la sua “Kevin Spacey”.

Leggi tutto

19 Aprile 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Si ride facile e alla fine spunta anche una riflessione. Da vedere soprattutto se si hanno problemi a lavoro 🙂

8 Marzo 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ci sono questi tre amici, un soldo di cacio più altri due che io per tutta la durata del film ho fatto fatica a distinguere l’uno dall’altro. Oltre all’amicizia fin dalla scuola, condividono il fatto che ognuno è vessato da un capo cattivo. Abbastanza cattivo da farsi venire in mente di farlo fuori. Nota che il panorama è quello dell’America con la crisi e le scoppiettanti bolle finanziarie e non posso cambiare lavoro perché c’è crisi e non ne trovo altri. Allora ammazzo il capo. Mhvabbè. I tre insieme son simpatici, uno dei due identici è il donnaiuolo, e il suo capo è Colin Farrell imbolsito e pelato. Uno è mingherlino, e il suo capo è la Aniston dentista ninfomane; e il terzo non saprei caratterizzarlo, a parte per la sua uguaglianza al primo, e il suo capo è capufficio stronzo Kevin Spacey. Già così si nota che il film chiede una grossa mano a un cast stracolmo di facce note ai limiti del ridicolo, ci sono anche Jamie Foxx e Donald Sutherland di passaggio, il che rischia seriamente di far perdere di vista il fatto che questa tipica commedia americana contemporanea sia non troppo brutta e riuscirebbe a camminare quasi da sola. Ci sono anche un sacco di citazioni. Però di film piuttosto inutili.
Per cui, al netto della sfilata di star più o meno note e simpatiche, ci si riesce un minimo a identificarsi in queste tre varianti di uomo medio metropolitano, e ridere dei suoi guai e disprezzare liberamente le gerarchie che danno una bella patina di grigio alla vita quotidiana di quei pochi miliardi di persone che siamo noi. Cioè, io per poco tempo, ognuno a modo suo, ma comunque, ecco, siam lì. Maledetta identificazione!

Leggi tutto

13 Febbraio 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Quello che mi aspettavo: una commedia divertente, anche inverosimile, ma piena di bei momenti e con un cast davvero in parte. Esilaranti le parti con la Aniston o Jamie Foxx.

Sarebbe un 6 e mezzo. / 26 Gennaio 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

2011commedia molto simpatica con protagonisti interessanti ( fra tutti Jason Sudeikis altro attore che proviene dal SNL insieme a Kristen Wiig) che si amalgamano bene insieme per una commedia corale piuttosto divertente anche se semplice e dal sapore americano. Trovo che Jennifer Aniston sia molto simpatica nei ruoli in cui non deve essere melensa e dolce. Consigliato con un bel 6.5/10.

Leggi tutto

In tempo di crisi, il pensiero di tutti / 29 Dicembre 2012 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Nick, Dale e Kurt sono tre amici trentenni legati dalla comune avversione per i loro capi: uno psicopatico, una maniaca e un depravato. La soluzione a questo problema? Ammazzare l’uno il capo dell’altro per no destare sospetti, facendosi aiutare da un’improbabile gangster.

Un tema più mai attuale in questi tempi di crisi, dove per un lavoro si è disposti a subire qualsiasi tipo di trattamento, fino al limite di sopportazione. Anche se la soluzione risulta essere troppo drastica nella realtà, nella finzione cinematografica funziona alla perfezione, creando una serie di situazioni esilaranti, grazie all’impaccio dei tre protagonisti, che non sanno bene che cosa stanno per fare e come farlo.

La pellicola regala un’ora e mezza di risate e spensieratezza, come una cura anti-crisi in pillole, e fa riflettere su quanto il lavoro, a volte, ci impedisca di vivere felici.

Leggi tutto

Visto gli attori in pista mi aspettavo di più … / 4 Maggio 2012 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Comunque il film si lascia vedere ed in alcuni momenti fa anche sorridere …

15 Gennaio 2012 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Idea interessante, film inutile e deludente. E fa il verso a Una notte da leoni, ma Come ammazzare il capo non strappa che un sorriso.

sufficienza risicata… / 12 Dicembre 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Un film la cui trama annoia parecchio. I “buoni” sono fiacchi e tutto si regge sul terzetto Spacey, Aniston e Farrell, ovvero i cattivi. Che pero’, ahimè, sono camei in un verboso e poco ritmato filmetto. Un’altro di quelli che vuole bissare, senza troppo successo, “Una notte da Leoni”. Si puo’ vedere in mancanza di meglio da fare…

6.5 / 10 Dicembre 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

ANche in questo caso un 6.5 va più che bene. Cast importante, una Aniston così sexy non l’avevo vista mai e Colin Farrell conferma di essere in un momento illuminato perchè nell’interpretare un pazzo drogato isterico capo di mezza taglia, si rivela uno dei punti di forza del film, che include pure un Kevin Spacey un pò imbolsito ma non deludente.
Simpatico anche il trio di amici sfigati in cerca di vendetta sui loro responsabili di lavoro (sa un pò di “Una notte da leoni” in ambiente lavorativo ma fa ridere lo stesso).
Il film fa perno su situazioni esagerate ma partendo dall’assunto che certi capi sono intollerabili. Situazione molto diffusa visto il successo della pellicola al botteghino. Dopotutto chi non vorrebbe liberarsi di 3 individui così sadici e folli?
No beh, della Aniston direi di no!

Leggi tutto

Film stile una notte da leoni? / 15 Settembre 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Se “Una notte da leoni” vi è piaciuto, apprezzerete anche questo. Altrimenti statene alla larga.

12 Settembre 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Perché, nelle recenti commedie americane, i maschi trentenni (seconda metà, in particolare) ci tengono tanto a sembrare idioti patentati?
I tre protagonisti di questo film non sono omicidi imbranati: sono imbranati e basta.
All’inizio, sono abbastanza simpatici ed è facile immedesimarsi nelle loro sfighe lavorative, compatendoli.
Ma non suscitano nessun altro tipo di empatia e, alla lunga, i loro disastrati tentativi di accoppare gli altrui boss stancano lo spettatore.

I tre capi terribili non hanno le facce giuste: la Aniston ha sempre gli occhi da cerbiatto e non mi pare adatta per un ruolo così aggressivo; Farrell non è affatto grottesco, con la pancia e il riporto unto, ma risulta -al più- sbracato; Spacey si salva in corner, perché la sua aria da boa constrictor è comunque impareggiabile (nonostante, in questo film, somigli in maniera inquietante a Berlusconi).
Jamie Foxx sembra a disagio (colpa della camicia di plastica?), Donald Sutherland non pervenuto e Ioan Gruffudd curioso nel ruolo del pissing man a domicilio.

Per un paio d’ore sul divano, non è male, se non avete valide alternative. Ma vederlo addirittura al cinema… c’è sicuramente di meglio, in giro.

Leggi tutto

25 Agosto 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

mamma come mi sono annoiata! Ok i migliori sono i cattivi (epperò la Aniston deve stare attenta con il bisturi, di questo passo sarà irriconoscibile a breve), ma come può bastare in un canovaccio prevedibilissimo che attende solo l’autodivertimento a chi è più caricaturale nell’essere odioso ? Dopo la prima mezz’ora il gioco si fa ripetitivo e noioso, i piccoli impiegatucci schiacciati dall’ego dei capi non fanno neanche simpatia, le battute si fanno più pesanti, grevi e inverosimili, le situazioni surreali mancano di un eccesso in più che le renda veramente tali. Insomma risparmiatevelo

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 7.5 / 11 Agosto 2011 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Divertente commedia sui soprusi sui posti di lavoro.
C’è Jason Bateman (Nick) che aspetta da un momento all’altro la promozione dal proprio capo Kevin Spacey; ma questi lo rimprovera per un ritardo di due minuti e lo schiavizza con l’illusione della promozione.
Charlie Day (Dale) viene molestato nello studio dentistico dalla sua capa, una Jennifer Aniston sexy come non mai.
Jason Sudeikis (Kurt) sembra contento del suo lavoro ma il suo capo Donald Sutherland pensa bene di avere un infarto e lascia la ditta al figlio cocainomane, un irriconoscibile Colin Farrell.
I tre decidono quindi di allearsi per cercare di risolvere il problema; provano a rivolgersi a un professionista, il nero Jamie Foxx.
Battute e scene divertenti, buon ritmo e un pò di risate; sicuramente una commedia riuscita. Personalmente d’accordo con Nick e Kurt, ma con Dale qualche dubbio se liberarmi o meno del capo ce l’avrei 🙂
L’unica cosa: chi sperava di prendere appunti per liberarsi del proprio capo deve più prendere appunti su quello che non si deve fare, visto che i nostri tre ne combinano di tutti i colori.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.