2011

Come ammazzare il capo... e vivere felici

/ 20116.2382 voti
Come ammazzare il capo... e vivere felici
Come ammazzare il capo... e vivere felici

Tre dipendenti vessati da altrettanti terribili datori di lavoro uniscono le forze per uccidere i propri capi con risultati tragicomici.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Horrible Bosses
Attori principali: Jason BatemanCharlie DayJason SudeikisJennifer AnistonColin FarrellJamie Foxx, Donald Sutherland, Lindsay Sloane, John Francis Daley, Kevin Spacey, Julie Bowen, Meghan Markle, Steve Wiebe, Michael Albala, Jennifer Hasty, Reginald Ballard, George Back, Barry Livingston, Celia Finkelstein, P. J. Byrne, Wendell Pierce, Diana Toshiko, Carla Maria Cadotte, Scott Rosendall, Dave Sheridan, Chad L. Coleman, Ioan Gruffudd, Brian George, Peter Breitmayer, Isaiah Mustafa, Ron White, Jimm Giannini
Regia: Seth Gordon
Sceneggiatura/Autore: John Francis Daley, Jonathan M. Goldstein, Michael Markowitz
Colonna sonora: Christopher Lennertz
Fotografia: David Hennings
Costumi: Carol Ramsey, Joyce Kogut
Produttore: Brett Ratner, Jay Stern
Produzione: Usa
Genere: Commedia
Durata: 98 minuti

Divertente… 6,5 / 8 Maggio 2015 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Una commedia simpatica senza tante aspettative, attori discreti e situazioni da ridere. Per una serata da pizza e gelato, 6,5

10 Dicembre 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Mah, per me è molto più divertente questo film che Una Notte da Leoni, anche se il paragone non mi era venuto in mente. Io ho riso molto ma non posso che dare un parere soggettivo.

20 Agosto 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Perché si decida di tradurre “Horrible bosses” con “Come ammazzare il capo e vivere felici” resta un mistero. Vorrei conoscere gli abili traduttori dei titoli stranieri, è un mio sogno.

Comunque: 8 è un signor voto, nonostante il film non sia privo di difetti. Il cast pieno di star fa urlare all’americanata, non ci sono scese da piegarsi dal ridere. Eppure, diverte. Intrattiene e diverte, cosa altro si può chiedere ad una commedia?
Ora aspetto che Caparezza aggiorni la sua “Kevin Spacey”.

Leggi tutto

19 Aprile 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

Si ride facile e alla fine spunta anche una riflessione. Da vedere soprattutto se si hanno problemi a lavoro 🙂

8 Marzo 2013 in Come ammazzare il capo... e vivere felici

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ci sono questi tre amici, un soldo di cacio più altri due che io per tutta la durata del film ho fatto fatica a distinguere l’uno dall’altro. Oltre all’amicizia fin dalla scuola, condividono il fatto che ognuno è vessato da un capo cattivo. Abbastanza cattivo da farsi venire in mente di farlo fuori. Nota che il panorama è quello dell’America con la crisi e le scoppiettanti bolle finanziarie e non posso cambiare lavoro perché c’è crisi e non ne trovo altri. Allora ammazzo il capo. Mhvabbè. I tre insieme son simpatici, uno dei due identici è il donnaiuolo, e il suo capo è Colin Farrell imbolsito e pelato. Uno è mingherlino, e il suo capo è la Aniston dentista ninfomane; e il terzo non saprei caratterizzarlo, a parte per la sua uguaglianza al primo, e il suo capo è capufficio stronzo Kevin Spacey. Già così si nota che il film chiede una grossa mano a un cast stracolmo di facce note ai limiti del ridicolo, ci sono anche Jamie Foxx e Donald Sutherland di passaggio, il che rischia seriamente di far perdere di vista il fatto che questa tipica commedia americana contemporanea sia non troppo brutta e riuscirebbe a camminare quasi da sola. Ci sono anche un sacco di citazioni. Però di film piuttosto inutili.
Per cui, al netto della sfilata di star più o meno note e simpatiche, ci si riesce un minimo a identificarsi in queste tre varianti di uomo medio metropolitano, e ridere dei suoi guai e disprezzare liberamente le gerarchie che danno una bella patina di grigio alla vita quotidiana di quei pochi miliardi di persone che siamo noi. Cioè, io per poco tempo, ognuno a modo suo, ma comunque, ecco, siam lì. Maledetta identificazione!

Leggi tutto