Recensione su Quarto potere

/ 19418.7489 voti

Scontato definirlo “capolavoro” / 29 Marzo 2014 in Quarto potere

Definito da molti come “Il miglior film della storia del cinema”, forse un’affermazione un po esagerata, non credo che un’opera possa essere oggettivamente definita come la “migliore in assoluto”, il termine più corretto sarebbe “Uno dei migliori film della storia del cinema”.
Orson Welles rivoluziona le tecniche narrative con la storia di Charles Foster Kane, iniziando con la sua morte per poi procedere con dei flashback della sua vita dall’infanzia fino all’età adulta, dalla sua salita al potere alla solitudine che lo accompagnerà fino alla more. Tecnicamente rivoluzionario per aver introdotto la profondità di campo che permise a Welles di mostrare al pubblico ogni importante dettaglio facendo uso di una sola inquadratura.
Non c’è molto da dire su questa pellicola che non sia gia stato detto, va visto almeno una volta nella vita.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext