2017
3 Recensioni su

Cinquanta sfumature di nero

/ 20174.3100 voti
Cinquanta sfumature di nero

Mah… / 10 Aprile 2019 in Cinquanta sfumature di nero

Secondo capitolo scialbo e piatto, peggio del precedente perché perde anche quell’erotismo della perversione che il primo aveva ALMENO UN po’.
La signorina “pianta grassa” fa tutta la stizzinosa ma alla fine resta li accanto a lui anche quando sarebbero scappate pure le mosche!
Dice che non è per soldi…. ma per quelli me le sarei fatte anche io qualche sveltina sadomaso!
Ahaha gli do 4 perché almeno questo capitolo l’ho seguito più volentieri.

Leggi tutto

Non ci sono parole / 10 Ottobre 2017 in Cinquanta sfumature di nero

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il due come per lo scorso episodio è solo per le musiche. Ci sarebbe tanto da scrivere, ma mi limiterò a dire solo che: bisogna smetterla di “santificare” l’amore romantico. Dove lui si impone, ti tratta peggio di un padrone con un cane. Lei sembra che si svegli, quando strappa l’assegno davanti al suo naso, ma poi ci resta assieme lo stesso. Quando poi saltano fuori i fascicoli lei se la prende come se lui le avesse detto che si è scordato di dare da bere alle piante, invece di scappare. Ma non lo avrebbe mai fatto per la scrittrice NON vuole ammettere di aver creato un personaggio mostruoso che una donna ama e venera, quando nella vita vera molte donne uomini così li combattono. Il tutto culmina con la proposta di matrimonio e lei dice anche di sì. Non so se sia più assurdo il film, oppure le persone che NON vogliono vedere (non è che non lo vedono) che lei è succube di un uomo malato, che dovrebbe essere seguito da uno psichiatra.

Leggi tutto

“Darker”… / 17 Febbraio 2017 in Cinquanta sfumature di nero

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Non è né vuole essere piú cupo. Il sadomaso è completamente dimenticato, è una storia romantica dove i due tubano felici per due ore mentre qualche sporadica/o invidiosa/o gli gironzola intorno senza fare grossi danni (probabilmente ne faranno nel terzo film).

Se il primo non sembrava affatto una fan-fiction, questa lo è da capo a piede: è la piú spudorata, semplice, convenzionale, schematica fantasia adolescenziale. Mai una cosa del genere avrebbe potuto vedere la luce al cinema, se non fosse per il caso editoriale che la tira. E nulla di tutto questo può essere detto del primo film.

Lui è completamente un altro personaggio. Lei ha perso ogni spirito di iniziativa. Gli invidiosi attorno sembrano villain dei cartoni animati piú didascalici. La backstory di lui uno psicanalista qualunque gliela risolve a occhi chiusi in due mesi. La pubblicità alla Apple è ancora piú sfacciata.
Ma la cosa peggiore di tutte è che l’appartamento di lui NON È LO STESSO DEL PRIMO FILM. Infatti non lo fotografano quasi per niente, mentre nel primo film aveva una geografia precisa e funzionale.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.