Recensione su Chorok mulkogi

/ 19987.01 voti

Sogni / 20 Aprile 2013 in Chorok mulkogi

“Non avevo molte ambizioni, né un vero e proprio sogno da realizzare. Alla vita non chiedevo tanto, venivo da un ambiente povero. Avrei voluto soltanto che mia madre non si ammazzasse di fatica nel poco tempo che gli restava da vivere. Sì, non ero una persona ambiziosa. Per questo invidiavo chi aveva dei sogni, chi aveva una parte da sostenere nel mondo, degli obiettivi. Io vegetavo, mi lasciavo trasportare. Non mi importava.
Il lavoro non mi dispiaceva, non avrei saputo fare altro. E poi il mio boss non era male, mi chiamava fratello. Aveva dei sogni, ed era bello condividerli. Forse un giorno avrò un sogno tutto mio, da coccolare, da accarezzare, da rimirare con orgoglio.
Ma per ora non ho tempo per filosofare, mi bastano i sogni degli altri.”

Primo film diretto dal grande regista coreano (anche ministro della cultura), autore dei bellissimi Peppermint candy, Oasis, Secret Sunshine.
Film molto più semplice, più diretto, meno arzigogolato, con meno contenuti dei suoi successivi capolavori, ma comunque molto ben girato, ben costruito, talmente maturo da non sembrare per nulla un’opera prima . Merita sicuramente di essere visto.
qui la “colonna sonora.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext