?>Recensione | Chopper | Senza titolo

Recensione su Chopper

/ 20006.615 voti

7 febbraio 2013

Mark Brandon Read detto Chopper è un violento e famoso criminale in Australia.
Ha la violenza nel sangue e i suoi modi e le sue torture sono rimaste famose…
Questo è quello che nelle trame si legge di questo film che è tratto dal libro che lui stesso ha scritto perché diventato famoso in patria.
Ma vedo il film e tutto questa violenza, tutto questo gratuito sangue, beh, credetemi, non l’ho poi visto così tanto. Chopper violento? Sicuramente ma in questo film sembra tanto un bamboccione che non ha paura di nulla ma che alla fine è un poveraccio tonto che ha solo un modo di comunicare, quello violento che però neanche tanto si vede.
Il film è interessante soprattutto per conoscere (parlo per me) una storia di cronaca che da noi non si sa nulla. Di certo non mi ha sconvolto, non mi ha rabbrividito, non mi ha impallidito. Forse Tarantino mi ha lasciato gli anticorpi e questo Chopper è robetta al confronto.
Certo, è una storia vera ma c’è di peggio…
Comunque interessante e Eric Bana è bravo anche se ha la faccia dell’idiota senza cervello.
Promosso.
Ad maiora!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext