?>Recensione | Cheung fo | Made in China

Recensione su Cheung fo

/ 19997.713 voti

Made in China / 9 maggio 2014 in Cheung fo

Questo film del 1999 di Johnnie To, non è altro che una violenta ed appassionante storia, che si presenta semplice e blandamente articolata, ma comunque interessante e mai stereotipata. Insomma, il caro Johnnie ed il cinema di Hong Kong come al solito non deludono, confezionando un’opera di ottima fattura. Riprendendo proprio il filone gangster, e quindi raccontando una storia il cui sfondo è sempre fatto di pallottole e mafia, To riesce ad ottenere un thriller potente visivamente, grazie alla stupenda fotografia ed alla sua ottima regia che ottiene sempre l’inquadratura adeguata al contesto. Uno dei killer ingaggiati da un boss per proteggersi, finisce per farsi sua moglie. Il boss gli ordina agli altri di ammazzarlo ed è qui che emergono, cioè nel finale, i rapporti umani e d’affetto tra i vari killer protagonisti. Evitare di far fuori il proprio amico o eseguire l’ordine per proseguire la propria carriera ? Un dilemma complicato in un mondo dove non esistono buoni e cattivi, il tutto ripieno di peripezie memorabili che a mio parere lo rendono un must del genere. Indimenticabile la colonna sonora. Consigliato a tutti gli appassionati, perché certamente è venuto meglio di tante altre cagate che invece, talvolta, si vedono a Hollywood.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext