Che bella giornata

/ 20115.6514 voti
Che bella giornata

Checco, trentenne di origini pugliesi trapiantato a Milano, è un addetto alla security di una discoteca dell'hinterland che sogna di entrare nell'Arma dei Carabinieri. Respinto per la terza volta al colloquio di ammissione, riesce a diventare capo della sicurezza nientemeno che della Madonnina del Duomo, grazie ad una raccomandazione. Intanto, una coppia di terroristi islamici lo circuisce al fine di compiere un attentato.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Che bella giornata
Attori principali: Checco ZaloneChecco ZaloneNabiha AkkariNabiha AkkariRocco PapaleoRocco PapaleoTullio SolenghiTullio SolenghifemminaAnna Rita Del PianoMichele Alhaique, Mehdi Mahdloo, Anna Bellato, Ivano Marescotti, Herbert Ballerina, Cinzia Mascoli, Paolo De Vita, Bruno Armando, Isabelle Adriani, Matteo Reza Azchirvani, Aurora Maria Lopez, Andrea Bonella, Giustina Buonomo, Gaetano Varcasia, Michele Salvemini, Mostra tutti
Regia: Gennaro NunzianteGennaro Nunziante
Sceneggiatura/Autore: Checco Zalone, Gennaro Nunziante
Produzione: Italia
Genere: Commedia
Durata: 97 minuti

Dove vedere in streaming Che bella giornata

23 Ottobre 2012 in Che bella giornata

visti 16 minuti in streaming…vabbè. perchè sedici minuti sono lo spazio di una gag lunga, ma io non ho riso, non stavo vedendo una puntata di cabaret, ma stavo, pensavo, vedendo un film. Il problema è che quello non è propriamente un film. Il problema principale è la pessima fattura filmica, è pura televisione e di basso profilo anche.
Contesto la regia, tipo, riunione di alto livello ecco lo stacco sul Pirellone, oppure la scelta di quella voce off, ma brutta brutta. Oggi non si dovrebbe dire che una cosa ha una respiro televisivo con tono negativo, perchè molta televisione ha una qualità che certo cinema neppure conosce, ma qui siamo al telefim con siparietto, insomma una cosa confezionata davvero male. Certo nessuno si aspettava un successo tale, però mi domando perchè non ne hanno fatto un telefilm, il livello è proprio quello, prodotto televisivo italiano.

C’è da sperare che dall’alto degli incassi Zalone provi a fare di meglio

Leggi tutto

Letale !! / 12 Gennaio 2012 in Che bella giornata

Nel primo film qualcosa di nuovo e divertente lo si poteva trovare ma qui è tutto penoso e scontato … si vede che si tratta di una forzatura per sfruttare il successo del primo film !

5 Novembre 2011 in Che bella giornata

A mio parere, Zalone è meno stupido e facilone di quel che può sembrare a primo acchito: la sua bravura sta nel far leva in maniera poco ortodossa e spesso moralmente scorretta su luoghi comuni di natura sociale decisamente abusati.
Insomma, secondo me, è un bravo comico, benché alcuni suoi sketch televisivi contengano troppe parolacce.

Questa seconda prova cinematografica ha alcuni buoni spunti, ma rispetto a Cado dalle nubi ha perso in freschezza ed è decisamente più prevedibile sia nei tempi comici che in quelli schiettamente narrativi.

Leggi tutto

6 Aprile 2011 in Che bella giornata

Checco Zalone si conferma anche con il secondo film come un bravissimo comico, ottimo nella parte dell’ingenuo (ci è o ci fa?). Stavolta prende di mira gli arabi e il rapporto tra culture diverse (ovviamente alla sua maniera, con alcune battute folgoranti). Il film è divertente e, rispetto ad altri film di comici da cabaret, non è un insieme di sketch ma ha una storia.
I rapporti tra Checco e il colonnello dei Carabinieri (Ivano Marescotti, già preso di mira da Checco nel primo film) assomigliano a quelli tra l’ispettore Clouseau e Dreyufs nella saga della Pantera Rosa. Alcune scene estremamente divertenti come la scena in Puglia con nonna Rosa (quella della luce) e quando Farah è febbricitante, la risposta folgorante di Checco alla telefonata del fratello di Farah. Forse rispetto al primo ci sono un pò meno canzoni anche se “L’amore non ha religione” è molto carina.
Nella prima parte del film nei panni del vescovo troviamo Tullio Solenghi (e vedendolo mi fa sempre venire in mente la parodia dei Promessi Sposi da parte del Trio), mentre nella seconda c’è il cammeo di Caparezza nei panni di sè stesso.
Insomma un bel film divertente e irriverente con il quale Checco Zalone ha fatto ancora centro.

Leggi tutto