2012

Cesare Deve Morire

/ 20127.6132 voti
Cesare Deve Morire
Cesare Deve Morire

Girato sottoforma di documentario, mostra i detenuti del carcere di Rebibbia (Roma) alle prese con le prove per lo spettacolo Giulio Cesare di Shakespeare. Orso d'oro al Festival del Cinema di Berlino 2012.
PassionSilver ha scritto questa trama

Titolo Originale: Cesare deve morire
Attori principali: Cosimo RegaSalvatore StrianoGiovanni ArcuriAntonio FrascaJ. Dario BonettiVincenzo Gallo
Regia: Paolo Taviani, Vittorio Taviani
Sceneggiatura/Autore: Paolo Taviani, Vittorio Taviani
Produzione: Italia
Genere: Drammatico
Durata: 76 minuti

Quando basta poco per un bel film ! / 7 Maggio 2013 in Cesare Deve Morire

Film documentario su opera teatrale fatta dai detenuti di Rebibbia. Il film fa vedere tutte le fasi di preparzione dell’opera ed intravedere le personalità dei singoli attori detenuti !

9 Gennaio 2013 in Cesare Deve Morire

Non sono scattate empatia ed interesse per questa pellicola italiana vincitrice dell’Orso d’Oro a Berlino. La messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare da parte dei detenuti del carcere di Rebibbia non mi hai mai veramente coinvolta. Ho trovato il bianco nero avvilente, sullo stile da me rigettato di Ciprì e Maresco, la recitazione forzata, molti dialoghi incomprensibili per via del dialetto e uno stile documentaristico che spesso stonava.
Lodevole comunque l’iniziativa, il desiderio di farla conoscere e l’impegno profuso.

Leggi tutto

Nessuno tocchi Caino / 7 Gennaio 2013 in Cesare Deve Morire

Shakespeare in carcere come speranza per chi ha sbagliato.
I fratelli Taviani provano, con grende successo, a far recitare il dramma di Cesare nel carcere di Rebibbia dai detenuti. Incredibile come sono riusciti a interpretare i ruoli. Meglio quasi di quelli professionisti tanto che spesso si dimentica dove sono girate le scene e da chi. Veramente bravi. Unica pecca il fatto che fuori dalle scene si dovrebbero vedere veramente loro e invece sono sempre forzati e quello che dicono è tutto recitato e quindi perdiamo gli uomini veri, le loro paure, i loro disagi, i loro drammi. Peccato.
Riabilitare si può!
Si deve!
Nessuno tocchi Caino!!!
“Da quando ho conosciuto l’arte ‘sta cella è diventata una prigione…” Non ci sono parole…
Ad maiora!

Leggi tutto

molto buono / 5 Gennaio 2013 in Cesare Deve Morire

un nuovo barlume di neorealismo

16 Dicembre 2012 in Cesare Deve Morire

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il film dei fratelli Taviani che ha vinto non ricordo più cosa. Forma semi-documentarista, attori i detenuti del carcere di Rebibbia, anche ergastolani. Fedine penali che scorrono sotto i volti dei protagonisti, bianco e nero a sottolineare il vuoto spaziale e il pieno emozionale, nel carcere in sei mesi si deve mettere in scena il Giulio Cesare di Shakespeare. Vengono fatti regolari provini, scelti gli attori, assegnate le parti, che ognuno deve recitare nel suo dialetto. Per farla breve viene un successone, l’operazione dei Taviani riesce sia nell’inserire il testo di Shakespeare nel contesto carcerario ma senza fronzoli o trame eccessive, ci sono i detenuti e il testo da recitare (qualcosa di simile, ma con i fronzoli, era il pur bello Tutta colpa di Giuda di qualche anno fa. Tipo un fronzolo era che la regista in carcere fosse gnocca); sia a lasciare che gli stessi detenuti si identifichino completamente nelle parti, studiandole a fondo e trovando nell’arte una valida spinta ad andare avanti (che è la stessa cosa, con altre parole, che viene detta nella scena finale del film). Film ovviamente non per tutti ma assolutamente riuscito, nelle intenzioni e nel risultato, di portare a termine una lavoro di approfondimento di una realtà del nostro tempo, quella carceraria, spesso lasciata ai margini e su cui si innesta l’opera di William per portare un po’ di luce e alla fine persino colore.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.