Casinò

/ 19957.7260 voti
Casinò

Nella Las Vegas degli anni '70 la direzione del casinò Tangiers viene affidata dalla famiglia mafiosa di Remo Gaggi al mago delle scommesse Sam Rothstein, soprannominato Asso proprio grazie alla sua abilità nel gioco; sotto il suo occhio esperto in poco tempo il Tangiers si libera dei bari e di tutta quella risma di piccoli truffatori che gravitano intorno a posti del genere, gli incassi aumentano, i clienti diventano sempre più prestigiosi, insoma tutto sembra sotto controllo: fino all'arrivo in città di Nicky Santoro, scagnozzo di Gaggi dai metodi poco ortodossi. Vincitore del Golden Globe 1996 per la Migliore attrice in un film drammatico a Sharon Stone.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Casino
Attori principali: Robert De NiroRobert De NiroSharon StoneSharon StoneJoe PesciJoe PesciJames WoodsJames WoodsDon RicklesDon RicklesAlan King, Kevin Pollak, Pasquale Cajano, L.Q. Jones, Dick Smothers, Frank Vincent, Oscar Goodman, Richard Riehle, Catherine Scorsese, Vinny Vella, Nobu Matsuhisa, Erika von Tagen, Nick Mazzola, David Rose, John Bloom, Joseph Rigano, Philip Suriano, Melissa Prophet, Bill Allison, Joe La Due, Joseph P. Reidy, Craig Vincent, Carl Ciarfalio, Gene Ruffini, Dominick Grieco, Clem Caserta, Daniel P. Conte, Joey DePinto, Jack Orend, Paul Herman, Jed Mills, Claudia Haro, Ffolliott Le Coque, John Manca, Ronald Maccone, Joseph Bono, Frank Adonis, Anthony Russell, Stuart Nisbet, Alfred Nittoli, C.C. Carr, Peter Conti, Steve Vignari, Frankie J. Allison, Steve Schirripa
Regia: Martin ScorseseMartin Scorsese
Sceneggiatura/Autore: Martin Scorsese, Nicholas Pileggi
Fotografia: Robert Richardson
Costumi: Rita Ryack, John Dunn, Nancy McArdle
Produttore: Barbara De Fina
Produzione: Francia, Usa
Genere: Drammatico, Thriller, Poliziesco
Durata: 179 minuti

Scorsese non sbaglia un colpo… / 27 Maggio 2018 in Casinò

Un cast stellare per un film che non esito a definire mastodontico. Storia di gangstar, pupe e soldi… tanti soldi…

Parte finale sul filone mafioso by Martin Scorsese / 2 Settembre 2017 in Casinò

Partiamo subito col dire che De Niro interpreta qui uno dei suoi personaggi più iconici e carismastici.
Scorsese si ispira a dei fatti realmente accaduti romanzando e cucinando il tutto alla sua maniera. Nonostante i bizzarri e appariscenti vestiti di De Niro/Sam “Asso” il film ha toni cupi e freddi che ruotano attorno al mondo dei casinò utilizzati spesso per il riciclaggio di denaro sporco da parte della mafia. Joe Pesci sebbene all’apparenza risulti buffo ,per via della bassa statura e dei suoi modi divertenti, riesce come sempre a far evolvere i suoi personaggi che di colpo diventano più seri e a tratti spaventosi. Davvero un signor attore che ha insegnato tanto a tanti e di cui si parla troppo poco.
Ottima la scelta della musica ,in particolare nel finale dove a me è venuta la pelle d’oca.
Scorsese infine tramite la voce del protagonista lancia una critica neanche troppo velata alla politica e alla società americana in generale.
Adesso sono curioso di vedere cosa combineranno i 3(Joe,Bob,Marty) con il nuovo film che hanno in lavorazione per Netflix.La gente ha voglia di vedere De Niro interpretare nuovamente personaggi di questa caratura e non nonni “scatenati”,già il fatto che ci sarà anche Al Pacino fa sperare in un nuovo capolavoro del genere gangster movie.

Leggi tutto

30 Settembre 2014 in Casinò

il mio affetto per Joe Pesci non può compensare TRE ORE di De Niro con la mutanda in testa.

Fate il vostro sporco gioco / 18 Giugno 2013 in Casinò

Qui siamo al top del gangster-movie, un capello appena sotto al Padrino di Coppola. Un capolavoro firmato Scorsese con una perfetta Sharon Stone, sfavillante dea di Las Vegas che scende a rotta di collo verso l’autodistruzione, e un Joe Pesci tosto, cattivo e brutto per davvero; ma vogliamo mettere a confronto questo piccolo bastardissimo gangster con quei patetici ‘incattiviti ad hoc’, muscolosi, tatuati, col naso da pugile e l’occhio bovino? Per tacere poi della glaciale flemma dello scagnozzo Frank Vincent; pare esca dallo schermo, pronto a spezzarti le rotule con la mazza da baseball, senza cambiare di un grado l’espressione facciale.
Tre ore che volano via come un corto; intorno al solidissimo (direi classico) DeNiro dalle cravatte fucsia gira il mondo della malavita dal marcato accento campano. Là dove i soldi viaggiano in valigetta, in una luccicante oasi artificiale nel bel mezzo di un deserto pieno di fosse.

Leggi tutto

11 Settembre 2011 in Casinò

Sarebbe potuto durare tranquillamente un’ora in meno.
Davvero credibile Joe Pesci nel ruolo del “boss”. No, ma davvero.