Recensione su Captain America: Il primo vendicatore

/ 20116.3604 voti

recensione Captain America / 3 Giugno 2012 in Captain America: Il primo vendicatore

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Diciamoci la verità quest’anno la “bella stagione” è stata proprio un pacco. allora che c’è di meglio se non andare a cinema a vedere un bel film? oh! allora tutti a vedere: Captain America! il perchè è presto detto…

A volte guardando i film (sopratutto in quest’ultimo periodo) ho nostalgia di quando, alcuni anni fa, guardavo con stupore alcune magnifiche pellicole.
Ebbene, sorprendentemente, devo dire che Captain America (in parte…) mi ha ricordato alcuni grandi classici d’avventura. Un film onesto, lineare e di fascino ma soprattutto realizzato bene.

Steve Rogers è un ragazzo magrissimo ma ostinato ad arruolarsi per servire la propria patria, viene scelto come cavia per un esperimento che lo trasformerà in un super soldato. Il grande nemico da combattere è l’Hydra (divisione scientifica e di ricerca nazista) comandata dal Teschio Rosso.
All’inizio, più che altro, Captain America è un burattino politico per scopi propagandistici amato dalla gente ma odiato dai soldati (ironia della sorte) che non si rivedono nella sua figura. Ma Steve si è arruolato per uno scopo e quando scopre che il suo migliore amico è in pericolo si rende conto che è il momento di smetterla con i balletti (!) e di diventare il Capitano che tutti conosciamo. In sostanza un eroe che si è fatto da solo per realizzare il (suo) sogno americano.

Come vi dicevo il film ha una trama lineare anche se non priva di colpi di scena e la prova degli attori è convincente. Chris Evans è ottimo sia nei panni (digitali) del piccolo Rogers prima, sia come Captain America poi. E che dire degli altri attori?! Onestamente alcuni personaggi meritavano maggiore presenza (e altri meno…) in quanto attori di primo livello come Tommy Lee Jones (Colonnello Phillips), il grandissimo Stanley Ticci (Dr. Erskine veramente memorabili i momenti in cui è sullo schermo), solo per citarne alcuni.
Per quanto riguarda i “Villains” il fascino dell’Hydra è indiscutibile ma purtroppo per quanto il (fantastico!) Teschio Rosso sia realizzato benissimo e Hugo Weaving lo interpreta magistralmente, non ci viene spiegato praticamente niente di loro. Dove prendono le attrezzature fantascientifiche che hanno? e dove reclutano gli uomini? e soprattutto: il loro scopo? Peccato…

Concludendo, a livello tecnico non c’è niente di male da dire . Regia ottima, come la fotografia (quasi seppia) e la colonna sonora. Vi meraviglierete in alcune scene in quanto a bellezza visiva.

Captain America è un buon film, di certo non vi annoierete.

Voto: 7

ah cosa moooolto importante! non andate via quando finisce il film! aspettate che passano tutti (e dico tutti!) i titoli di coda! ne vale la pena credetemi…
Per la prima volta il Torrevillage ci ha fatto vedere la scenda dopo i titoli: la ditta sentitamente ringrazia! 🙂

ps. alla fine del film mi chiedevo quale era meglio tra il Capitano e Thor. Ho deciso in base a regia e attori: ha vinto il Capitano.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext