Recensione su Captain America: Il primo vendicatore

/ 20116.3561 voti

25 luglio 2011

Altro buon film tratto da un fumetto della serie Marvel.
Inizio un pò “confuso” che serve per presentare la storia e il personaggio di Steve Rogers, un ragazzo magro e debole che cerca ad ogni costo di arruolarsi nell’esercito. Viene coinvolto in un progetto dallo scienziato Erskine (uno splendido Stanley Tucci) che vuole sperimentare il siero del super soldato.
La scena si divide spesso in due parti: da una parte i buoni, ovvero Steve Rogers e i suoi compagni, dall’altra i cattivi ovvero la divisione Hydra dell’esercito nazista e in particolare il dottor Schmidt (un bastardo Hugo Weaving, a suo agio nel ruolo del cattivo dopo Matrix).
Piccola caduta di stile del film con le scene in cui Capitan America viene usato come strumento di propaganda, coinvolto in spettacoli ridicoli x coinvolgere nell’arruolamento più persone possibili.
A parte questo, il film coinvolge e diverte soffermandosi comunque sui personaggi (in particolare Steve Rogers); buoni gli interpreti a partire da Chris Evans (già impegnato in un altro film di supereroi come I fantastici quattro), splendida scoperta Hayley Atwell, il solito Tommy Lee Jones.
Il 3d si nota poco, se non in qualche esplosione.
Non alzatevi prima della fine dei titoli di coda, c’è una gustosa scena finale (che fa da anteprima ai Vendicatori).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext