Buried - Sepolto

/ 20105.7212 voti
Buried - Sepolto

Paul Conroy, camionista e padre di famiglia, non è pronto a morire. Ma quando si sveglia fino a 6 metri sotto terra senza alcuna idea di chi lo ha messo lì o perché, la vita diventa subito una lotta infernale per la sopravvivenza. Sepolto con solo un telefono cellulare e un accendino, il suo contatto con il mondo esterno e la capacità di mettere insieme gli indizi che potrebbero aiutarlo a scoprire la sua posizione sono limitati. Scarsa ricezione, una batteria che si sta scaricando e una diminuzione dell'ossigeno diventano i suoi peggiori nemici in una corsa contro il tempo e contro il panico, la disperazione e il delirio: Paul ha solo 90 minuti per essere salvato prima che il suo peggior incubo si avveri.
Andrea ha scritto questa trama

Titolo Originale: Buried
Attori principali: Ryan ReynoldsRyan ReynoldsJosé Luis García PérezJosé Luis García PérezRobert PatersonRobert PatersonStephen TobolowskyStephen TobolowskySamantha MathisSamantha MathisIvana Miño, Warner Loughlin, Erik Palladino, Kali Rocha, Chris William Martin, Cade Dundish, Mary Birdsong, Kirk Baily, Anne Lockhart, Robert Clotworthy, Michalla Petersen, Juan Hidalgo, Abdelilah Ben Massou, Joe Guarneri, Heath Centazzo
Regia: maschioRodrigo Cortés
Sceneggiatura/Autore: Chris Sparling
Colonna sonora: Víctor Reyes
Fotografia: Eduard Grau
Produttore: Peter Safran, Rodrigo Cortés, Alejandro Miranda, Ken Hirsh, Adrián Guerra, Miguel Nadal, Víctor Reyes, Tom Drumm
Produzione: Spagna, Usa, Francia
Genere: Drammatico, Thriller, Guerra
Durata: 94 minuti

Estremo , va visto (e non è male) / 14 Settembre 2016 in Buried - Sepolto

Voti ingenerosi. Un attore, un’ambientazione,un paio di interlocutori al cellulare. Stop. Eppure il film dura 1h e mezza senza annoiare.
Solo per questo , meriterebbe un voto alto, anche senza sapere la trama.
Ovviamente ci sono alcune forzature , per forza. Ma resta un’opera estrema , poichè difficilmente qualcuno si sposterà oltre usando “meno” di questo film.

Leggi tutto

22 Dicembre 2012 in Buried - Sepolto

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ottimo. Visto millenni fa. Non ricordo nulla! So che l’attore si scopa o scopava una topa, ma tanto non ricordo quale, ma forse era Scarlett J, ma forse anche no.
Quel che va detto, che è un po’ quel che avrei domandato io non avendolo visto a una persona che l’avesse visto, è che sì, per tutta la durata del film si vede solo il tipo chiuso all’interno della bara sotto la sabbia del deserto. E no, curiosamente sono riusciti a fare in modo che non ci si annoi a morte, il film sta in piedi. Al contrario del tipo, che sta sdraiato e si contorce perché lo spazio e stretto. Ha un cellulare, ogni tanto trova “cose” nella bara, come se fosse un videogioco, una torcia, un accendino, cose così, e le usa. Viene ricattato, l’ambasciata non lo aiuta, lui è un autista di non so cosa rapito, non so nemmeno più se in Afghanistan o Iraq.
Per carità, il resoconto è finito, nemmeno ricordo come si conclude. Secondo me muoiono tutti (ahah, simpatico, è uno solo).

Leggi tutto

YYYawn. / 26 Novembre 2012 in Buried - Sepolto

Buio. Un respiro affannoso squarcia il tenebroso silenzio, regalando allo spettatore i primi secondi di angoscia.
E’ il respiro di Paul Conroy (Ryan Reynolds), un camionista americano, in territorio iracheno, che si è risvegliato rinchiuso in una bara, ad imprecisati metri sotto terra.
A sua disposizione ha solo un cellulare, uno Zippo ed una matita. La sua missione? Sopravvivere!

Non è la prima volta che si vedono scene di persone sepolte vive, ricordiamo ad esempio, Beatrix, sotterrata in Kill Bill, che riesce a liberarsi usando le arti marziali e una buona dose di pazienza.
Ma in Buried tutti i 90′ minuti sono girati all’interno della bara. E non si vedranno mai, mai, facce diverse da quella di Ryan Reynolds (hai detto niente!), ottimo in quest’interpretazione credibilissima.

Peccato che la misera sceneggiatura non riesca ad intrattenere lo spettatore, io stessa ho sbadigliato decine di volte (cosa che succede raramente durante un film), date le cadute di stile che ogni tanto compaiono, abbattendo lo charme che poteva darci questa visione ultra-claustrofobica.

In ogni caso le due domande che sorgono (rigorosamente) allo spettatore non verranno risposte, perciò, tanto vale non sorbirsela per niente questa noia ansiosa, che ha totalmente devastato il mio livello di aspettative (al massimo date un’occhiata ai primi e agli ultimi minuti!).
Noia. Noia a palate e non ripagata dal finale, tutt’altro che soddisfacente, che vi farà storcere il naso indispettiti.

Oltre le note dolenti, vanno però elogiate le emozioni genuine che l’espressività di Reynolds rimanda allo spettatore e le inquadrature, sempre interessanti.
Buono anche il senso di soffocamento che si prova mentre il protagonista interagisce, tramite il cellulare, con il mondo esterno che lo mette eternamente in attesa, facendogli sprecare inutilmente ossigeno e batteria.

Leggi tutto

Si salva solo il finale / 23 Settembre 2012 in Buried - Sepolto

…tutto il resto è noia. Non trasmette nessunissima emozione, né paura, né claustrofobia. Niente. Il finale invece si distingue per essere cinico e spietato. Peccato perché poteva essere un’ottima idea per un discreto thriller. Occasione sprecata!

Pessimo / 24 Aprile 2012 in Buried - Sepolto

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Pessimo sotto ogni punto di vista.
Per carità,l’ambientazione è avvincente e l’idea molto ambiziosa.
Ma uno chiuso in una cassa da morto sotto metri e metri di sabbia,con l’ossigeno che scarseggia,per scrivere un numero sullo schermo retroilluminato del telefono si fa luce con l’accendino?Maddai.
Oltretutto nessuno gli risponde al telefono,i sequestratori mi sembrano tipi che fanno scherzi telefonici.

Giusto però il quadro della burocrazia ovvero prima di venire assistito da qualcuno è costretto a rispondere a domande inutili e perditempo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.