Recensione su Buongiorno Papà

/ 20135.976 voti

Commedia divertente, peccato che è solo un film / 8 aprile 2013 in Buongiorno Papà

Andrea (Raul Bova) è un 40enne scapolone e pieno solo della sua vita. Il resto è ovvio e scontato. Gli amici, la madre, le donne, il lavoro. Fino a quando non si scopre padre di una ragazza, Leyla, di 17 anni. E qui il suo mondo e la sua vita cambiano radicalmente.
Film divertente, simpatico e anche con un finale quasi scontato (nella scena di Andrea che rincorre la figlia non nego che mi sono emozionato come una femminuccia, anche io ho un cuore anche se non sembra…).
Però peccato che sia solo un film. Ma anche in questo non si nascondono i problemi della ragazza, cresciuta solo dalla madre (che purtroppo muore) e dal nonno decisamente particolare. Un’adolescenza senza padre non viene mai affrontata. Infatti è un filmetto leggero e divertente. Questo è l’unico messaggio: si può ridere anche di questo.
Se si fosse visto il passato, l’infanzia, l’adolescenza dei primi anni di Leyla forse così divertente non sarebbe stato. Comunque già all’inizio si vede quanto sia sofferente anche se non viene poi mai approfondito come argomento.
Sembra tutto molto, troppo facile…
Magari fosse…
Comunque simpatico.
Ma è solo una commedia e nulla di più… Purtroppo.
Ad maiora!

1 commento

  1. vikscaglia / 10 gennaio 2014

    A me Bruno piace, credo sia uno dei migliori in circolazione. Riesce sempre a trovare la formula giusta tra la sana commedia e quel pizzico di emotività che ci rende tutti più sensibili e vulnerabili. Per quanto riguarda Bova, credo che la mia foto dell’avatar espliciti chiaramente cosa penso di lui. Per me potrebbe recitare anche una scenetta con 4 parole, la renderebbe sempre unica! Bravi tutti, ma non posso non citare un Giallini eccezionale: nella versione comica ha trovato la sua dimensione.
    Un bel 7 pieno pieno!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext