Recensione su Bullitt

/ 19687.333 voti

Ford Mustang + dolcevita nero = un mito. / 16 Marzo 2014 in Bullitt

Nonostante la trama sia un mezzo pasticcio, questo film è una chicca che colpisce per la paradossale calma della narrazione e per la grande eleganza del protagonista.
Uno degli inseguimenti automobilistici più famosi della storia del cinema (ma quanto è bella la zona suburbana di questa San Francisco baciata da un sole che sa, letteralmente, di primavera?) si svolge in maniera lineare, in un crescendo flemmatico che calza come un guanto a Steve McQueen, macho ruvido, ma con garbo. Insieme alla Ford Mustang di Bullitt, il suo dolcevita nero è indizio di un universo di charme maschio con pochi eguali.

Pregevoli titoli di testa con dissolvenze d’avanguardia, mh mh, impreziositi dal noto tema musicale dell’argentino Lalo Schifrin.
http://bit.ly/1lGUuMe

La Bisset è, qui, la quintessenza della donna-oggetto: dormi, taci, guida, lascia perdere, cocca.
Ma questa famosa “Organizzazione”, alla fine, cos’è? Subodoro una traduzione sempliciotta di chissà quale termine anglofono. Misteri degli adattamenti italiani.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext