Recensione su Brother

/ 20017.090 voti

Fratello di un altro mondo / 19 Luglio 2014 in Brother

Il nono film di Kitano è un ritorno al genere dello yakuza movie tanto decantato dal regista, ma allo stesso tempo riesce a rappresentare una piccola novità. Questo perché (complice il fatto di essere una collaborazione tra Giappone e America) il film offre un interessante confronto tra la criminalità orientale e quella occidentale. Il racconto è ricolmo di violenza e crudezza, in una quantità che lo stesso Kitano non aveva mai esibito nei suoi precedenti film.
Ottima l’accoppiata Kitano-Epps (molto ben reso il modo in cui si evolve il rapporto tra i due), anche se è il cast in generale a non sfigurare. Promosse le solite belle musiche di Joe Hisaishi, anche se queste ultime non raggiungono forse la potenza di un Sonatine o la delicatezza di un L’Estate Di Kikujiro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext