Recensione su Brooklyn

/ 20157.0183 voti

Melodramma old school / 25 Ottobre 2019 in Brooklyn

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Gradevole melodramma vecchia scuola che, però, tolta la bella prova di Saoirse Ronan, costumi, fotografia e scenografie, sa di molto poco, perché è estremamente esile sul piano narrativo, ha personaggi poco caratterizzati e, soprattutto su di essi, lavora per cliché.
In particolare, nello sviluppo della trama, non mi è piaciuta la pressoché totale assenza di conflitti (l’unico inciampo evidente è dato dalla tipa del negozio irlandese gratuitamente maligna, ma è solo uno dei tanti stereotipi portati all’eccesso in questo film). La protagonista è amata pun-tual-men-te da tutti, senza eccezioni e senza sfumature (in questo senso, mi ha ricordato i personaggi elaborati da Amy Sherman Palladino per le sue serie tv).
Dulcis in fundo, ho trovato abbastanza ignobile il suo comportamento nei confronti del personaggio di Domnhall Gleeson: se la storia fosse stata scritta e girata dal punto di vista di Jim, forse il film sarebbe stato più interessante ed Ellis non avrebbe l’inappropriato ruolo di eroina romantica e coraggiosa (è un po’ il gioco fatto da Bianca Pitzorno nel romanzo La bambinaia francese e da Jean Rhys ne Il grande Mar dei Sargassi, quando ribaltano il punto di vista del romanzo Jane Eyre di Charlotte Brontë, mostrandolo con gli occhi di altri personaggi).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext