Recensione su Brooklyn

/ 20157.0188 voti

Compiutezza formale / 26 Febbraio 2016 in Brooklyn

Siamo negli anni ’50. L’Irlanda vive una forte crisi economica. E Ellis non è altro che una delle innumerevoli persone che emigrarono in America alla ricerca di lavoro e di futuro. E se da una parte l’America si presenta come si la terra delle mille e opportunità, dall’altra è pur sempre al di là dell’oceano. Mentre l’Irlanda si presenta come una casa sicura per Ellis, che si vedrà quasi costretta a intraprendere un viaggio verso quello che si presenta come il suo futuro. Brooklyn è una storia semplice, ma profonda. Così come Ellis, interpretata da una Saorise Ronan sempre efficace, in grado di interpretare un personaggio profondo, ricco di spessore, inserito nella società del suo tempo, quasi sempre rassegnato. Eppure capace di sopravvive a una casa che prima si presenta come un dolce luogo per cui provare nostalgia, e poi come un luogo da dover abbandonare a tutti costi.
Brooklyn è semplice, ma completo formalmente. Un piccolo capolavoro dolce e affascinante.

PS. non guardate il trailer perché vi racconta praticamente tutto il film

2 commenti

  1. paolodelventosoest / 26 Febbraio 2016

    Aspetto di vederlo! Saoirse Ronan mi piace un sacco, è una bravissima attrice!

  2. Alicia / 27 Febbraio 2016

    In questo film infaticabile riesce a interpretare il personaggio di Ellis con una maturità artistica davvero notevole, senza di lei non sarebbe stato un film così efficacie

Lascia un commento

jfb_p_buttontext