Recensione su Brooklyn

/ 20157.0184 voti

BROOKLYN….CUORE A META’ (di Stefano Cavigiola) / 21 Marzo 2016 in Brooklyn

Uno dei rischi che si posso correre nell’affrontare questo tipo di argomento, a mio avviso, può essere quello di scivolare nella retorica e nel luogo comune che spesso accompagnano il tema dell’immigrazione.
Brooklyn, secondo me, non scivola in questa insidia. Affronta in modo non banale le dinamiche del distacco dalle proprie radici e della ricerca di un nuovo orizzonte; il cuore che si divide tra attaccamento e sogno. Purtroppo, la ricerca della felicità, rimane ancora un poco centrata sulla relazione (di coppia) piuttosto che sull’individuo (aspetto “perdonabile” visto il contesto narrativo anni ’50 e l’idea di riscatto dell’epoca; per la verità neanche troppo diversa da quella attuale…). Ma, a mio parere, in modo ancor più rilevante, il film affronta finalmente il tema dei risvolti famigliari legati al distacco e del senso di colpa. L’importante e complessa lotta di ogni individuo tra la ricerca della propria strada e le aspettative e pretese (e talvolta ricatti psicologici) della famiglia d’origine.
Per arrivare al cuore John Crowley (del quale, personalmente, non ho mai visto altri lavori) sceglie di puntare sulle immagini, sulle musiche, su momenti intensi, piuttosto che su stucchevoli dialoghi che, comunque, non cadono nei consueti eccessi o banalità. Gli attori rispondono in pieno a questa esigenza, in particolare la giovane e meravigliosa protagonista Saoirse Una Ronann che, in quanto ad espressività, non avrebbe davvero bisogno di dire nemmeno una parola; praticamente, lavora in primo piano per l’intera pellicola! Davvero adorabile! Non mi viene in mente nessuna interprete che potesse, meglio di lei, rendere l’immagine di una donna mite e determinata, romantica e sensuale, ironica e nostalgica, fragile e coraggiosa. Che meraviglia!
Belle le ricostruzioni dell’epoca, così come la caratterizzazione dei personaggi. Se avessi saputo prima che c’era lo zampino di Nick Hornby, mi sarei tolto subito l’indecisione iniziale se andare o meno a vedere il film…
Buona visione!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext