Broken Flowers

/ 20056.8166 voti
Broken Flowers

Don Johnston, impenitente conquistatore di donne, ha raggiunto pigramente i cinquant'anni ed è appena stato lasciato dalla sua ultima fidanzata. Improvvisamente, riceve una lettera da una donna frequentata anni prima che, in forma anonima, gli annuncia di aver avuto un figlio da lui, ormai adolescente. Convinto da un vicino di casa, Don parte per un lungo viaggio attraverso gli Stati Uniti, alla ricerca della donna e del ragazzo.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Broken Flowers
Attori principali: Bill MurrayBill MurrayJulie DelpyJulie DelpySharon StoneSharon StoneTilda SwintonTilda SwintonJessica LangeJessica LangeJeffrey Wright, Frances Conroy, Alexis Dziena, Heather Simms, Brea Frazier, Pell James, Nicole Abisinio, Ryan Donowho, Christopher McDonald, Chris Bauer, Chloë Sevigny, Mark Webber, Homer Murray, Larry Fessenden, Mostra tutti
Regia: Jim JarmuschJim Jarmusch
Sceneggiatura/Autore: Jim Jarmusch
Colonna sonora: Mulatu Astatke
Fotografia: Frederick Elmes
Produttore: Jon Kilik, Ann Ruark, Stacey E. Smith, Karen L. Thorson
Produzione: Usa, Francia
Genere: Drammatico, Commedia, Thriller
Durata: 106 minuti

Dove vedere in streaming Broken Flowers

I bouquet di Jarmusch / 19 Maggio 2016 in Broken Flowers

Io ho un problema con Jarmusch, diciamolo subito. Trovo che il suo sia un cinema lezioso, specialmente quando assume il piglio “autoriale” con quel bianco e nero un po’ snob. Qui la bella tavolozza di Frederick Elmes mi toglie quel fastidio, nonostante qualche civettuolo rosa confetto; comunque di pregi questo film ne ha diversi, non voglio fare il guastatore per forza. E’ davvero molto bello l’incipit, con l’oggetto/simbolo (la misteriosa busta rosa) che passa di mano in mano, viaggia fino al destinatario e qui non viene preso subito in considerazione, tenendo viva l’ aspettativa dello spettatore. Hanno un fascino particolare le riprese in soggettiva delle sequenze di viaggio, accompagnate da una colonna sonora strepitosa. Sono interessanti gli scorci di vite che il poco espressivo Murray scorge incontrando le sue ex (mi sono rimaste particolarmente impresse Frances Conroy e Jessica Lange). Che poi questi elementi sono come i bouquet di fiori (rosa, ovviamente) che il protagonista porta con sè nelle sue peregrinazioni; belli ma sradicati, effimeri, messi in mazzo per far bella figura.

Leggi tutto

Fallimento… / 26 Marzo 2015 in Broken Flowers

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bill Murray interpreta Don Johnston, benestante americano, single per scelta.
Viene a scoprire l’esistenza di un figlio tramite una lettera anonima di una sua fiamma. Da qui la ricerca per capire.
Bellissimo film (personalmente molto importante e significativo per la mia storia) ma anche molto duro e crudo.
La volontà di esprimere tutta la solitudine del protagonista è impressionante. Ha costruito il nulla. Intorno a se ha solo oggetti e nulla che si possa chiamare affetto o amore.
Bellissima la differenza di vite tra lui, nel silenzio imbarazzante in ogni sua situazione, e il suo vicino di casa in cui la confusione (vista come vita…) è una costante. La sua ricerca di questo ipotetico “figlio” gli rende la vita stranamente con un significato che non riesce quasi a capire.
Una interpretazione di Murray eccezionale.
Una descrizione della solitudine esagerata, funerea, devastante.
Un finale importante soprattutto nella scena di chiusura: la totale solitudine intorno a lui. E con il dubbio che gli rimarrà per sempre.
Forse dovrei odiarlo questo film ma…
Ma invece l’ho sempre apprezzato ed oggi ancora di più…
Ad maiora!

Leggi tutto

senza risposta ma… / 7 Marzo 2013 in Broken Flowers

Una trama semplice e un discreto cast in un road movie dolce, lento, riflessivo e anche tenero. Un ottima regia fatta di inquadrature precise, pause, espressioni e volti che colpiscono, è come ascoltare una canzone e viaggiare con la testa! l’unica pecca è che resta insoluto il motivo del viaggio… sic! un bel 7 però. Murray eccezionale!

13 Gennaio 2013 in Broken Flowers

Minimale road trip che si sviluppa mediante sguardi, atmosfere, oggetti, espressioni, che descrivono la banale quotidianità interrotta, inducendo un certo senso di amaro in bocca finale che però dà forza all’intero lavoro. Grandioso Bill Murray.

22 Agosto 2012 in Broken Flowers

Mi dispiace per Bill Murray, ma questo film è insufficiente.
Io odio, ODIO le storie incomplete. E questo film non mi dà nessuna risposta!
Grrrrrrrrrrrrrrrrr!
Hai voglia a dire “le riflessioni sul presente”, eccetera. Non finisce. Stop.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.