Recensione su Box Office 3D - Il film dei film

/ 20112.2106 voti

Mi serva da lezione / 14 Novembre 2013 in Box Office 3D - Il film dei film

Vi è capitata quella sera in cui magari siete voi e un paio di amici, manca il resto della vostra compagnia, siete annoiati e vi buttate sulla prima opzione che vi passa per la testa? Alzi la mano chi almeno una volta non ha detto o non ha avuto in queste situazioni l’amico che pone la domanda “Vogliamo andare al cinema?”.
Mi prendo le mie colpe. Avrei dovuto preferire la noia. Sarei dovuto rimanere a casa, magari potevo leggere un libro per passare il tempo. Mi servirà di lezione per il futuro.
Perché? Perché questo film dopo che lo vedi non ti lascia né deluso (non mi aspettavo chissà cosa infatti) né soddisfatto. Semplicemente ti fa incazzare, per diversi motivi. Sceneggiatura ridicola, battute PESSIME, e un 3D che si nota soltanto per i caratteri scritti nella locandina e che sembra davvero unicamente concepito per spillarti più soldi. Ezio Greggio ha creato un film orribile e addirittura pretenzioso, in primis nel titolo: “Il primo film italiano in 3D”, che in realtà non lo è. “Il film dei film”, no comment. Rabbrividisco a pensare che questa pellicola ha aperto la Mostra Cinematografica di Venezia del 2011.
Non sono un appassionato, ma credo che qui si può parlare tranquillamente di uno dei film italiani più brutti del cinema moderno. Grazie Greggio. La prossima volta starò a casa a leggere un libro. Almeno potrò tutelare i miei neuroni, mantenere positivo il mio umore e avere il portafogli più pieno. Grazie ancora.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext