Recensione su Un colpo da dilettanti

/ 19966.376 voti

28 Febbraio 2013

Vedere il primo film di Wes Anderson è come guardare un Wes in fasce, già pronto a sprizzare fuori quella personalità originale e distinguibilissima che caratterizza le suo opere. Insieme al fidato Owen Wilson ( e a Luke Wilson), mette su una storia semplice, ma sviluppata piacevolmente grazie a quel tocco di surrealismo, dolcezza e stravaganza che da sempre si ritrova nei suo film. Sono già presenti elementi base del suo cinema: le riprese dall’alto, la significativa OST, il rallenty, i colori primari, vividi e protagonisti della scena, la storia d’amore ingenua e tenera e così via. Con qualche lungaggine di troppo, compensata però da battute adorabili qua e là, la pellicola in definitiva è il buonissimo esordio di un regista geniale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext