CONTRO REVISIONISMO / 7 Giugno 2016 in Bone Tomahawk

Buon esordio alla regia per Zahler che firma anche la sceneggiatura di questo western atipico. La trama sfrutta un contro revisionismo politicamente scorretto che mi è piaciuto ma lo sviluppo non è eccezionale. Per quasi un ora e mezza assistiamo ad un lungo peregrinare nell’impervia catena montuosa di frontiera. Il problema principale è che non accade quasi nulla per troppo tempo. Un vero peccato perchè lo sceriffo Kurt Russell ha carisma da vendere e il suo simpatico vice di nome Cicoria è una spalla niente male. Il finale è prettamente splatter ed è senza dubbio la parte migliore. Fotografia nitida e incolore. La colonna sonora non esiste e le prime due note verranno timorosamente strimpellate dopo un ora di pellicola. Messa in scena ottima con un bel lavoro di effetti speciali/makeup vecchia scuola.

Voto 6,5

Leggi tutto