1986

Velluto blu

/ 19867.4316 voti
Velluto blu
Velluto blu

Tornando a casa dopo una visita al padre in ospedale Jeffrey Beaumont, un giovane studente, trova un orecchio umano gettato in un campo; a causa di questo strano ritrovamento conosce Sandy, figlia del detective che si occupa del caso, e preso dalla curiosità la convince ad indagare in segreto insieme a lui per cercare di saperne di più: i ragazzi ancora non sanno che stanno infilandosi in una situazione torbida e pericolosa.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Blue Velvet
Attori principali: Isabella RosselliniKyle MacLachlanDennis HopperLaura DernHope LangeDean Stockwell, George Dickerson, Priscilla Pointer, Frances Bay, Ken Stovitz, Brad Dourif, Jack Nance, J. Michael Hunter, Selden Smith, Jack Harvey, Angelo Badalamenti
Regia: David Lynch
Sceneggiatura/Autore: David Lynch
Colonna sonora: Angelo Badalamenti
Fotografia: Frederick Elmes
Produttore: Fred C. Caruso, Richard A. Roth, Dino De Laurentiis
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Poliziesco, Thriller
Durata: 120 minuti

Scandalosa Rossellini / 23 Ottobre 2013 in Velluto blu

L’incipit è folgorante, ma crea false aspettative. Il visionario Lynch mette in svendita il suo innegabile talento per mettere in vetrina una delle peggiori attrici mai esistite, Isabella Rossellini, e ne paga le conseguenze. Scandalosa, sì, ma per come recita. Metteteci anche il faccino da pulcino smarrito di un MacLachlan ancora ben lontano dalla gloria di Twin Peaks. Le scene sadomaso (Lynch fu accusato di pornografia; le scene sono molto forti, tuttavia l’accusa oggi suona un po’ ridicola…) sono irritanti, ne convengo con il compianto critico Roger Ebert, il quale stroncò senza appello questo film.
Il finale grand guignol risolleva un film che punta troppo a scioccare lo spettatore. C’erano le atmosfere giuste, eppure qualcosa non ha proprio funzionato. Hopper eccessivo, molto più efficace il grottesco Dean Stockwell.

Leggi tutto

13 Gennaio 2013 in Velluto blu

Celebrazione della ‘vera America’, delle cittadine e delle tradizioni, attraverso una storia noir di violenza e personaggi oscuri. Ottimo compromesso tra una storia reale e le tipiche suggestioni lynchiane, sicuramente il mio preferito del visionario regista.

29 Dicembre 2012 in Velluto blu

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bel film che mostra come anche dietro a delle facciate di apparente tranquillità, possano celarsi storie di violenze e perversioni… e questo concetto viene ribadito anche da una delle ultime battute del film, quando la zia del protagonista si domanda com’è possibile che un pettirosso (nel film simbolo di pace e tranquillità) possa nutrirsi di cose talmente nauseabonde come gli insetti.

Leggi tutto

27 Luglio 2012 in Velluto blu

Quando lo vidi da giovane non mi era dispiaciuto. Rivedendolo in questi giorni invece mi è sembrato scadente. Assurdo nel suo voler provocare a tutti i costi e nel calcare la mano sulle perversioni di questi personaggi “cattivi” ma poi mica tanto (il ragazzo protagonista impiccione se la cava con un occhio nero in fin dei conti).
Sarà che invecchio o sarà che l’ho visto in una serata particolarmente negativa.

Leggi tutto