Recensione su Blood Diamond - Diamanti Di Sangue

/ 20067.3380 voti

23 febbraio 2011

Il mercenario cacciatore di diamanti illegali Di Caprio accompagna il nero alla ricerca della sua famiglia dispersa solo allo scopo di ottenere in cambio un preziosissimo diamante rosa che l’uomo nero ha trovato e nascosto quando lavorava come schiavo nelle miniere dei guerriglieri.
Naturalmente Di Caprio è cinico, esperto soldato disilluso sulla pace sulla giustizia e sulla democrazia africane.
Ma alla fine, grazie all’incontro con una bella giornalista morettina con gli occhi azzurri, forse forse…

Il tema è interessante, non so se il film sia tratto da una storia vera (non credo), ma di certo di storie vere potrebbero starcene dietro tante:
bambini rubati alle famiglie e cresciuti dai guerriglieri per farne soldati di prima linea, miniere di diamanti venduti illegalmente per finanziare il terrorismo.
Il tutto nell’indifferenza del ricco Primo e Secondo mondo che comprano a caro prezzo i “diamanti insanguinati”, opportunamente legalizzati tramite i soliti giri loschi.
I ricchi prosperano e i poveri muoiono. E sembra che nulla si possa fare per sovvertire l’ordine delle cose.

Bello, ma gli manca qualcosa, all’inizio è troppo frammentato e slegato
poi le storie dei tre protagonisti finalmente s’intrecciano per risolversi in una fine forse un po’ buonista

ah, dimenticavo, un po’ mélo, erano anni che non piangevo guardando un film!

Una nota di merito per l’impegno civile

Lascia un commento

jfb_p_buttontext