Recensione su Blancanieves

/ 20127.332 voti

29 Novembre 2012

Togliamo subito ogni dubbio: non si tratta di un nuovo “the artist”.
In questa pellicola spagnola la storia non è facile facile ma è molto più articolata e complessa. Forse ci sono troppe cose ma il filo conduttore è sempre l’amore, l’amore perduto, l’amore filiale negato e poi ritrovato, l’amore impossibile.
Anche il richiamo alla favola è limitato alla presenza dei nani (sei e non sette) e ai tentativi di omicidio perpetrati dalla matrigna quindi questo film fa storia a sé.
E’ un film interessante che forse soffrirà dell’inevitabile confronto con il film francese ma che offre un finale molto più poetico.

9 commenti

  1. Stefania / 29 Novembre 2012

    Mi incuriosisce molto! So che è passato al Torino Film Festival: tu l’hai visto al cinema, con la “normale” distribuzione?

  2. leodefrenza / 29 Novembre 2012

    era stato proiettato nell’ambito di una delle tanti sezioni collaterali del festival ma sinceramente non so se e quando avrà una distribuzione in Italia.
    il manifesto era quello originale spagnolo quindi non portava nessuna indicazione di un eventuale distributore italiano.

  3. lithops / 3 Febbraio 2013

    Usciti i sottotitoli, grazie a chi li ha tradotti. Una traduzione impegnativa e complessa.

  4. yorick / 8 Febbraio 2013

    @stefania, la versione di cineblog01.org (vista oggi) si vede bene. Magari prova quella 😉

Lascia un commento