Recensione su Il cigno nero

/ 20107.41146 voti

il voto sarebbe un 6.5 / 27 Maggio 2020 in Il cigno nero

Nina (Natalie Portman) è un’ambiziosa ballerina di buon talento che ha praticamente sacrificato tutto per cercare di arrivare ad essere la prima ballerina; vive con la madre (Barbara Hershey) che la stimola a migliorare e con cui ha un rapporto morboso.
Finalmente un giorno il direttore artistico Thomas (Vincent Cassel) la sceglie insieme ad altre ballerine per la rappresentazione de “Il lago dei cigni”; il ruolo principale è quello del Cigno Bianco ma la stessa ballerina dovrà recitare il ruolo anche del Cigno Nero (la controparte malvagia, passionale e sensuale).
Natalie non ha problemi per la parte del Cigno Bianco, lei pura e dal viso innocente, ma dovrà superarsi per interpretare anche l’altro ruolo.
Film sulla danza e sui sacrifici che essa comporta ma soprattutto una pellicola sul doppio, sulla parte bianca e nera di ognuno di noi. Quasi tutti abbiamo anche una parte oscura dentro di noi che però riusciamo a controllare, ma se dovessimo liberarla cosa succederebbe?
Nel resto del cast da citare ovviamente Mila Kunis nei panni della ballerina antagonista Lily, Winona Ryder è la prima ballerina Beth ormai soppiantata dalle nuove leve.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext