Recensione su Biutiful

/ 20107.5152 voti

“Lo sai che i gufi quando muoiono sputano un bolo di pelo ? / 18 aprile 2011 in Biutiful

Biutiful
Uxbal , padre tenero ed affettuoso che vive coi i suoi figli in uno squallido appartamento di una Barcellona insolitamente sporca e nuvolosa e che per assicurare loro un futuro sbarca il lunario grazie ad un traffico irregolare di clandestini, ha un rapporto particolare con la morte . Lo si intuisce già dalla stupenda inquadratura iniziale (ripetuta opportunamente alla fine) prima ancora di vederlo impegnato ad “aiutare” l’anima di un ragazzino morto ad abbandonare serenamente il proprio corpo. E tale rapporto si farà ancora più intenso quando gli viene confermato ciò che inconsciamente forse già sapeva , ossia di essere ammalato terminale di cancro.
Duro, cupo, angoscioso , un film che affronta lucidamente il mondo del disagio famigliare , della sofferenza, dell’emarginazione .
Forse è il più lineare fra quelli da me visti di Alejandro Gonzales Inarritu , regista messicano indigesto a molti ma che non manco di seguire con interesse sin dal suo primo “Amores perros” , e che consiglio solo a chi abbia i miei stessi gusti al riguardo.
Ultima annotazione per gli attori : Javier Bardem straordinario come al solito , ma molto intensa anche Maricel Alvarez , bruttina (raro trovare un naso simile in una donna) ma bravissima nella parte della moglie alcolista e psichicamente instabile .

Lascia un commento

jfb_p_buttontext