Recensione su Bernie

/ 20126.833 voti

Originale e divertente! / 25 giugno 2017 in Bernie

Richard Linklater si è ispirato ad un fatto realmente accaduto per questo film semplice ma d’effetto arrivato soltanto recentemente da noi. In un piccolo paesino del Texas, Bernie Tiede (Jack Black, fantastico come praticamente ogni volta) è un impresario funebre ben voluto da tutti in quanto gentile, premuroso, capace di ascoltare e di consolare la gente. Insomma, una specie di angelo. L’esatto contrario è la vecchia e ricca vedova Marge Nugent (Shirley McLaine), odiata da tutti per il suo carattere davvero insopportabile. Eppure tra i due, conosciutisi naturalmente quando la donna diventa vedova, scocca qualcosa, ed iniziano a frequentarsi e ad andare da tutte le parti a fare la bella vita. Ma il carattere pessimo della donna si farà presto vivo, con l’uomo reso praticamente uno schiavo, che finisce, in un attimo di follia, per ucciderla ed occultare il cadavere. Mentre pressoché tutto il paese, scoperta la verità, si batte e parla in favore di quello che comunque è a tutti gli effetti una brava persona, sembra esserci soltanto una persona che vuole far notare a tutti che è anche comunque un assassino. E’ il procuratore distrettuale Danny Davison (fantastico Matthew McCounaghey). Il film quindi è una commedia nera davvero ben riuscita, con un’ottima performance dei tre attori protagonisti, parecchie belle trovate, ed anche la capacità comunque di far ragionare su quanto descritto sopra. Bravo come sempre Linklater, non c’è che dire, che per questo film ha scelto un particolare modo di raccontare la vicenda, ovvero tramite le testimonianze di attori e cittadini veri e propri che parlano della vicenda come se fosse un documentario. Particolare, divertente, naturalmente anche un minimo drammatico visto che capita e pure vero. Guardatelo!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext