Recensione su Prima del tramonto

/ 20047.3182 voti

. / 22 febbraio 2017 in Prima del tramonto

Quando un film che è perfino un sequel ti fa venire una paralisi facciale perchè sorridi per un’ora e venti è segno che le cose sono fatte benissimo. Before Sunset è lo splendido proseguimento della storia di Jesse e Cèline, 9 anni dopo l’incontro a Vienna. Questa volta, nel comfort della città di Cèline, Parigi, i due passano un pomeriggio di riavvicinamento e approfondimento di sè stessi e dell’altro, con una nuova maturità data dagli anni trascorsi e una nuova pila di dialoghi onestamente meravigliosi, scritti con una grazia e un intelligenza da non crederci. Memorabili svariate scene che spaziano dalle minuzie e i piccoli fatti (il gatto Che, le canzoni, la reazione di lui all’abbraccio) che fanno l’esistenza di una persona alle crisi nevrotiche in macchina, con ancora una volta degli attori che sono una gioia. Ogni gesto accennato ed ogni sguardo sfuggente o esplicito hanno inscritto un realismo commovente e una potenziale relazione stimolante e desiderabile. Anche questa volta il film si conclude con un colpo al cuore fortissimo e bellissimo, perfetto nella sua sospensione.

4 commenti

  1. paolodelventosoest / 22 febbraio 2017

    Devo vederla da tempo questa trilogia di Linklater! p.s. chissà perchè in home page di NP il titolo compare come “Prima dell’alba”

    • Alice* / 22 febbraio 2017

      Io non so perchè abbia aspettato così tanto! (Sì, c’è un po’ un macello con questi titoli, ma vabbè!)

  2. Stefania / 23 febbraio 2017

    @alice501: ora il titolo del film è a posto 🙂
    Ti sei accorta di altri titoli sbagliati? Puoi segnalarceli, per favore? Puoi farlo qui https://www.nientepopcorn.it/groups/io-ti-salvero-risoluzione-problemi-nientepopcorn-it/forum/topic/segnalazione-titoli-non-tradotti-o-sbagliati/ Grazie mille per la collaborazione!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext