2004

Prima del tramonto

/ 20047.2187 voti
Prima del tramonto
Prima del tramonto

Questo film è il seguito di Prima dell'alba- Before Sunrise. Jesse e Celine si erano incontrati per la prima volta a Vienna ed in seguito all'affinità creatasi tra loro, si erano ripromessi di incontrarsi dopo 6 mesi nello stesso luogo,allo stesso binario. Nella realtà passano 9 anni in cui entrambi hanno modo di crescere e di colmare la propria vita,sia sentimentale che lavorativa. Si incontreranno inaspettatamente a Parigi, durante la presentazione del libro di Jesse.
EnToPan ha scritto questa trama

Titolo Originale: Before Sunset
Attori principali: Ethan HawkeJulie DelpyVernon DobtcheffLouise Lemoine TorrèsRodolphe PaulyMariane Plasteig, Diabolo, Denis Evrard, Albert Delpy, Marie Pillet
Regia: Richard Linklater
Sceneggiatura/Autore: Richard Linklater, Ethan Hawke, Julie Delpy
Fotografia: Lee Daniel
Costumi: Thierry Delettre
Produttore: Richard Linklater, Anne Walker-McBay, John Sloss
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Commedia, Romantico
Durata: 80 minuti

I primi segni del crepuscolo / 15 Novembre 2017 in Prima del tramonto

Nove anni dopo, Linklater riunisce la coppia formata da Ethan Hawke e Julie Delpy che aveva lasciato il segno nel genere romance indipendente con Prima dell’alba (1995). Il primo impatto è la netta sensazione della perdita della freschezza giovanile, ed è un effetto assolutamente voluto; il soggetto scritto da Linklater insieme a Kim Krizan affronta proprio quella zona d’ombra, i “primi segni del crepuscolo” nei trentenni che mettono su famiglia o quelli che viceversa non sono mai riusciti a formarne una. Due insoddisfazioni polarmente diverse si incontrano per cercare la magia di quell’amore fugace di dieci anni prima; che ne è stato di quei giovani sognatori, affamati di vita?
Linklater tiene la cinepresa addosso ai due, ricorrendo a un montaggio minimo, con finti piani sequenza che ci portano a percorrere le strade e le viuzze di Parigi. Assistiamo in pratica a un lungo, estenuante monologo della Delpy in cui Hawke tenta timidamente di inserirsi; nella logorrea inarrestabile della donna emergono i dolori del fallimento, dell’incapacità di amare, della condanna a non essere amati, fino al geniale e reciso finale aperto sulle note dolenti di Nina Simone.

Leggi tutto

. / 22 Febbraio 2017 in Prima del tramonto

Quando un film che è perfino un sequel ti fa venire una paralisi facciale perchè sorridi per un’ora e venti è segno che le cose sono fatte benissimo. Before Sunset è lo splendido proseguimento della storia di Jesse e Cèline, 9 anni dopo l’incontro a Vienna. Questa volta, nel comfort della città di Cèline, Parigi, i due passano un pomeriggio di riavvicinamento e approfondimento di sè stessi e dell’altro, con una nuova maturità data dagli anni trascorsi e una nuova pila di dialoghi onestamente meravigliosi, scritti con una grazia e un intelligenza da non crederci. Memorabili svariate scene che spaziano dalle minuzie e i piccoli fatti (il gatto Che, le canzoni, la reazione di lui all’abbraccio) che fanno l’esistenza di una persona alle crisi nevrotiche in macchina, con ancora una volta degli attori che sono una gioia. Ogni gesto accennato ed ogni sguardo sfuggente o esplicito hanno inscritto un realismo commovente e una potenziale relazione stimolante e desiderabile. Anche questa volta il film si conclude con un colpo al cuore fortissimo e bellissimo, perfetto nella sua sospensione.

Leggi tutto

before… / 30 Agosto 2015 in Prima del tramonto

Il migliore della trilogia: brillante, realistico, spassoso!

Un valzer per te,per noi. / 15 Agosto 2012 in Prima del tramonto

Stupefacente la capacità di coinvolgere sin dai primi minuti, perchè in effetti il regista sin da subito ci mette al corrente che le nostre menti ed il nostro animo verranno nuovamente scossi da un “semplice incontro”.
E’ la voce ed il modo tentennante di Jesse ad annunciarci tutto ciò.
Si può notare la maturazione dei protagonisti che finiscono per risultare quasi noiosi ed anzi è più difficile star dietro ai loro discorsi , ai loro interessi ormai cambiati e cresciuti con l’evolversi del tempo.
Fortuna che, anche in questo caso, inizia ad avanzare la voglia di scoprire il finale.
La voglia di capire se potranno finalmente restare insieme.
Su questo, il regista, gioca molto.
E parlo di gioco perchè lascia libera interpretazione e ciascuno di noi può vederci proprio quello che desidera.
Come anticipa Jesse “ci possiamo riconoscere cinici o romantici” e credo sia proprio questo il messaggio trasmesso dal finale.
Siete cinici o romantici? Lui resterà a Parigi o prenderà semplicemente un altro volo per tornare a New York?

Leggi tutto