Recensione su Before I Go To Sleep

/ 20146.352 voti

Ricomincio da capo incontra Memento / 25 Gennaio 2021 in Before I Go To Sleep

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Lavoro ordinato e quasi anonimo, sia per quanto riguarda il versante tecnico che quello artistico, per un thriller psicologico che, secondo me, al di là dei meccanismi fisici e psicologici che mette in scena, è una metafora sui rapporti tossici e violenti.

Al di là dell’aggressione che ha condotto Christine (Nicole Kidman) a perdere la memoria a breve termine, le amnesie della protagonista, che non le permettono di ricordare gli abusi fisici che subisce da Ben (Colin Firth), possono essere intese come le “scuse” e le giustificazioni che una donna vittima di un rapporto sbilanciato e violento adduce, quando non riesce a svincolarsi da detta relazione (per i più svariati motivi). Per via del suo deficit, Christina è costretta a dimenticare ciò che le viene fatto, perdonando involontariamente il suo aguzzino e dando all’uomo la possibilità di perpretrare l’abuso in svariate forme.

Dal punto di vista narrativo, per lo spettatore, è interessante scoprire tutto insieme alla protagonista e arrivare a provare un’angoscia simile alla sua: di chi può fidarsi e perché?
Nel complesso, la commistione tra l’elemento fantastico alla Ricomincio da capo (ogni giorno, al risveglio, Christine rivive sempre lo stesso giorno, con poche variazioni) e le similutidini con Memento (tatuaggi a parte…) fanno di Before I Go To Sleep un buon intrattentimento da divano.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext