?>Recensione | The Aviator | Senza titolo

Recensione su The Aviator

/ 20046.7386 voti

27 gennaio 2013

Biografia del geniale e distruttivo Howard Hughes, regista, produttore e aviatore, le 3 ore che Scorsese mette insieme, sono una apoteosi di lusso e perfezione.
Leonardo Di Caprio interpreta Hughes, affetto da disturbi ossessivi-compulsivi e dalla cosiddetta germofobia, che lo invalida nelle relazioni sociali, costringendolo, all’apice della crisi, a rinchiudersi per mesi nella sala delle proiezioni, nudo e circondato da fazzoletti, il suo schermo contro ogni germe. Malato eppure geniale, capace di spingersi dove mai nessuno nell’aviazione, sconsiderato e megalomane, seduttore incallito, perfezionista e maniacale. Materia prima che se sfruttata come si deve, da vita a un personaggio brillante e da Oscar. E’ quello che fa Leonardo Di Caprio, con una interpretazione favolosa e vergognosamente snobbata, come ormai tradizione, dalla Academy Awards.
Piccola consolazione l’Oscar a Cate Blanchett, la regina Cate, che offre la sua versione del mito Katherine Hepburn, dandole vita. Bravissima. In generale l’intero cast da il meglio di sè e non è mai il solo a far ciò; sono infatti capolavori la fotografia super-satura, le scenografie e i costumi meravigliosi (tutte categorie premiate con l’Oscar).
“The way of the future!”

Lascia un commento

jfb_p_buttontext