Recensione su Outrage

/ 20106.641 voti

A survival game / 28 Agosto 2014 in Outrage

Pellicola del 2010 con cui Kitano sancisce ufficialmente il suo ritorno al genere dello yakuza-movie, dopo la breve parentesi dedicata alla trilogia del suicidio artistico.
Inscenando una vera e propria lotta per il potere, dove chiunque muore per far posto al proprio carnefice, il regista monta un teatrino in cui muove un gran numero di personaggi che alternano continuamente il proprio ruolo, apparendo a volte burattini e a volte burattinai.
E’ un film che a parer mio non spicca particolarmente per stile o per originalità. Kitano regala senz’altro un buon film di genere, scorrevole grazie all’impostazione della storia (la curiosità su chi la spunterà alla fine mantiene stabile l’attenzione) ma non va oltre le grandi esplosioni di violenza (caratteristica che ha spesso accompagnato il suo cinema, e che qui abbonda visibilmente).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext