2016

Autobiografia di un finto assassino

/ 20165.211 voti
Autobiografia di un finto assassino
Autobiografia di un finto assassino

Sam Larson è un mite impiegato con velleità da scrittore: da tempo, sta lavorando ad un romanzo d'azione che assorbe completamente la sua attenzione, tanto che, spesso, si immedesima nelle avventure del protagonista. Un suo caro amico è stato analista per il Mossad, i servizi segreti israeliani, e, ogni tanto, gli rivela qualche trucco del mestiere: un giorno, gli racconta le gesta di un leggendario agente, conosciuto come Il Fantasma, pregandolo di non divulgare i particolari. Attratto dal loro fascino, però, Sam li inserisce nel suo libro e, quando il romanzo trova un editore e viene pubblicato come se si trattasse di una vera autobiografia, iniziano i guai: creduto Il Fantasma, Sam viene rapito da un gruppo di guerriglieri venezuelani e costretto a collaborare con loro per uccidere il Presidente in carica.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: True Memoirs of an International Assassin
Attori principali: Kevin JamesMaurice CompteAndy GarcíaKim CoatesZulay HenaoKelen Coleman, Emilie Ullerup, Lauren Shaw, Cheyanna Lavon Zubas, Yul Vazquez, Jeff Chase, P. J. Byrne, Sam Medina, Ruben Vidal, Katie Couric
Regia: Jeff Wadlow
Sceneggiatura/Autore: Jeff Morris, Jeff Wadlow
Colonna sonora: Ludwig Göransson
Produzione: Usa
Genere: Azione, Commedia
Durata: 98 minuti

Mah…. 3! / 22 Aprile 2017 in Autobiografia di un finto assassino

Commedia più azione più avventura più spy-story.
Risultato? Una cagata noiosa e impasticciata.
Non sa di niente. Era partito interessante ma alla fine… Bleah.
3.

Action-comedy sempliciona / 15 Novembre 2016 in Autobiografia di un finto assassino

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Le premesse del film ricordano molto quelle di Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondo di Philippe de Broca con un divertentissimo Belmondo: a differenza della pellicola del ’73, questa di Jeff Wadlow abbandona presto il mondo della fantasia per gettarsi in una realtà fittizia fatta di eroi, cattivi e colpi di Stato.
Il risultato è sufficientemente simpatico, il film intrattiene per poco più di un’ora e mezza senza grosse pretese, ma finisce con l’annacquarsi, abbondando di soluzioni sempre più improbabili in maniera quasi puerile.
Ah! Ho apprezzato decisamente il fatto che la trama non prevede a tutti i costi un’attrazione con conseguente fuggevole liaison tra il protagonista e la bella di turno: bisogna render merito allo sceneggiatore, Jeff Morris, di aver introdotto (o sottratto, dipende dai punti di vista) un elemento non da poco.

Adeguato al ruolo Kevin James, medioman pacioccone; fisicamente perfetto Andy Garcia (diciamo che, per il resto, timbra il cartellino); abbastanza incolori le interpretazioni e le caratterizzazioni degli altri volti/personaggi-chiave.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.