?>Recensione | Atomica bionda | Il voto sarebbe un 6.5

Recensione su Atomica bionda

/ 20176.681 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 22 agosto 2017 in Atomica bionda

Discreto spy-action tratto da una graphic novel.
Siamo nel 1989, pochi giorni prima della caduta del muro. Una spia brittanica, Lorraine Broughton (Charlize Theron), viene mandata a Berlino per recuperare una preziosa lista. Dovrà appoggiarsi al direttore della sede di Berlino, David Percival (James McAvoy). Ma Berlino è un nido di vipere e non ci si potrà fidare di nessuno.
Nonostante sia tratto da una graphic novel, il film non è troppo adatto a un pubblico minorenne: violenza e combattimenti (con piena vista di particolari “macabri” come un cervello esploso), una scena bollente tra Lorraine e un’agente francese (Sophie Boutella); non certo un film educativo. In sala però c’erano vari ragazzini; i genitori dovrebbero informarsi meglio sui film adatti a loro.
Il film è carino, interessante l’idea di far scorrere la storia sullo sfondo con notiziari che parlano dell’imminente caduta del muro mischiati alla finzione; ognuno agisce per i propri interessi o quasi, la violenza può esplodere in qualsiasi momenti. Molte scene d’azione con Charlize Theron che ne porta i segni, come già anticipato una calda storia d’amore e qualche intrigo.
Nel resto del cast da segnalare John Goodman nei panni dell’inviato della Cia, Toby Jones è il “capo” di Lorraine.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext