Recensione su Assassini nati - Natural Born Killers

/ 19947.4302 voti

La critica di Stone ai media / 21 maggio 2015 in Assassini nati - Natural Born Killers

Film disturbante, allucinante, pulp, volgare, critico, schizofrenico… in pratica un film che mi sono goduto come un matto !!!
Meglio che Tarantino abbia litigato ( si dice che siano arrivati persino alle mani ) per via dei cambiamenti nella sua sceneggiatura ed abbia lasciato la maggior parte della direzione ad Oliver Stone, che ne crea un film critico verso i mass media che glorificano la violenza.
Belle le inquadrature che non sono quasi mai lineari, colpisce all’occhio anche la fotografia si passa dal normale inquadratura al bianco e nero fino ad arrivare al totale verde e rosso.
In particolar modo sono il verde e il rosso a tornare con maggiore frequenza e rispecchiano due situazioni diverse; il verde rappresenta la paura, tensione, inquietudine e la follia, il rosso invece il sangue, passione, violenza e tentazione.
Le interpretazioni sono eccellenti spiccano su tutte Woody Harrelson e Juliette Lewis ( Mickey e Mallory ) si calano divinamente nella coppia dei due assassini follemente innamorati, ma ingiusto non citare anche Robert Downey Jr. ( Wayne Gale ) e Tommy Lee Jones ( il guardiano del carcere ) sopratutto quest’ultimo nella parte finale ruba la scena agli altri attori con un interpretazione folle e divertente.
Impossibile non citare anche la colonna sonora, in particolar modo Leonard Cohen che con la sue canzoni trasmettano un atmosfera folle ed inquietante come il film stesso.
Ci sarebbe anche da aggiungere le critiche ( ingiuste ) per cui questo film ispira a compiere omicidi ed azioni violente… ma lascio dicendo che chi lo pensa non ha capito il senso del film e che dopo averlo visto mica esce Mickey dallo schermo e ti dà il suo fucile a pompa.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext