?>Recensione | Apocalypse Now | Senza titolo

Recensione su Apocalypse Now

/ 19798.4518 voti

30 luglio 2011

IL capitano Willard è un tipo confuso,non riesce a star bene da nessuna parte( un’anima divisa in due ),è un soldato che non se la passa affatto bene,infatti lo vediamo ubriaco far a pezzi la stanza d’lbergo in cui si trova,tutto sembra perduto quando insapettatamente arriva l’incarico per una nuova missione,andare in Cambogia per porre fine al comando di un’ufficciale impazzito,un certo Kurtz….Coppola ispirandosi a Cuore di Tenebra di Conrad mette in gioco tutto stesso ( infatti dopo non si ripeterà più a questi livelli ) in questo formidabile film bellico ci si immerge immediatamente con una splendida sequenza nell’orrore della guerra con elicotteri che sorvolano la giungla in fiamme per poi continuare con la presentazione di Martin Sheen che ubriaco distrugge una camera d’albergo,poi ricevuto il famoso incarico lo vediamo alle prese con Robert Duvall che lo fa “volare” sulle note della “cavalcata delle valchirie” di waqgner,il viaggio si concluderà con successo ma Willard forse non sarà più lo stesso uomo di prima,dunque si può tranquillamnete afferamre che la pelliolca è un capolavoro, eterno,con una lavorazione travagliatissima ( Martin Sheen subentrato ad Harvey Keitel vine colto da infarto,il set viene distrutto da un tifone, inoltre ci saranno le bizze di Brando e le stranezze di Hopper ) il fim troverà nuova linfa con la versione Redux.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext