?>Recensione | Á annan veg | Paletti divisori

Recensione su Á annan veg

/ 20116.34 voti

Paletti divisori / 4 marzo 2013 in Á annan veg

Il sole era sempre alto nel cielo nudo, non tramontava mai. Il vento e il freddo portavano via odori e rumori. Non c’era niente tutto intorno, niente e nessuno. Non un filo d’erba, non un cespuglio, né tanto meno un albero; solo polvere, sabbia nera e freddo. La luce era bella però, illuminava le rocce e la ghiaia nera, le faceva vivere.
Dovevamo tracciare linee sull’asfalto di una strada dove mai passava anima viva. Questo tutti i giorni, per una intera interminabile estate. Noi due, solo noi due, io e Finnbogi, mio cognato. Io e questa assurda entità, questo noioso figuro, biascicone, meschino, limitato, tedioso, soprattutto tedioso.
Si tiene sempre in disparte, evita ogni contatto col mondo, proprio la classica personalità evitante. E io lo eviterò, pianterò, come faccio tutti i giorni sull’asfalto, l’ennesimo paletto divisorio tra noi due. Sì, una distanza di sicurezza è quello che ci vuole. Meglio tenersi alla larga. Sarà una estate senza fine.
qui la “colonna sonora”: http://goo.gl/TxpZj

1 commento

  1. cellophane / 5 marzo 2013

    Oh, povero Finnbogi, gliene hai dette di tutti i colori 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext