2017

Annabelle: Creation

/ 20176.269 voti
Annabelle: Creation
Annabelle: Creation

Diversi anni dopo aver perso tragicamente la propria bambina, un giocattolaio e sua moglie accettano di accogliere nella loro casa una suora e alcune bambine provenienti da un orfanotrofio. Ben presto, le ragazzine diventeranno l'obiettivo di una malefica bambola.
Stefania ha scritto questa trama


Produzione: Usa
Genere: Thriller, Horror

Un prequel eccellente / 19 Ottobre 2018 in Annabelle: Creation

Sequel, anzi no scusate, prequel del precedente capitolo (questa cosa di far spacciare un prequel per un sequel non la capirò mai), “Annabelle 2: Creation” è un altro horror ben fatto. Presenta tutti gli elementi che hanno reso il primo episodio molto gradevole, ma in questo film abbiamo molte scene più agghiaccianti, che generano una giusta tensione. Il finale per me è veramente geniale, che si capisce perfettamente solo dopo aver visto il precedente capitolo.

Leggi tutto

Che palle ‘ste bambole… / 16 Agosto 2018 in Annabelle: Creation

Meglio del primo…
Forse perché difficile fare peggio.
Ma non per questo un filmone.
Direi che per non buttare tutto nella discarica una leggera sufficienza la strappa.
Ma francamente ho la netta sensazione che questi due film rimarranno nel dimenticatoio, almeno per i miei gusti.
Ad maiora!

Appena sufficiente / 7 Febbraio 2018 in Annabelle: Creation

Mi ha lasciato perplesso… non perchè il film in se sia brutto, anche se realmente non è proprio “bellissimo”, semplicemente ci sono un mucchio di cose che non mi sono tornate o che forse ho capito male. A dire la verità, l’ho visto per mera curiosità e il film acquista interesse con la fine, che si ricollega perfettamente col primo prodotto. Soltanto col finale “ho riaggiustato” il mio voto da insufficiente a sufficiente.

Leggi tutto

PREQUELISSIMO / 6 Gennaio 2018 in Annabelle: Creation

Dopo appena tre anni dal primo Annabelle, ecco saltar fuori dal cilindro della Safran Company, il prequel del prequel di “The conjuring”.
Annabelle era una ciofeca coi fiocchi ( https://www.nientepopcorn.it/recensioni/annabelle/2016/10/annabrutte/ ) e probabilmente qualcuno ha ben pensato che si potesse fare meglio. Quindi Annabelle: Creation (e non Annabelle 2).

Incredibilmente alla sceneggiatura viene riconfermato Gary Dauberman, mentre alla regia assistiamo ad un avvicendamento. Via il pessimo Leonetti, dentro l’interessante Sandberg.

David Sandberg mi è simpatico a pelle e lo tengo d’occhio dai tempi di Youtube.
Nel 2016 aveva esordito tra i professionisti portando su grande schermo il suo cortometraggio più noto…”lights out” ( https://www.nientepopcorn.it/recensioni/lights-out-1459243559/2016/12/spettro-visivo/ ). Il risultato era un film leggermente annacquato ma tutto sommato valido.
Sandberg ha dimostrato di possedere una predisposizione alla buona trovata scenica. Se nei suoi cortometraggi tutto verteva sulla buona “trovata”, nei suoi lungometraggi tutte le scene sembrano svilupparsi con l’unico intento di arrivare presumibilmente alla “trovata”. Il risultato è un continuo susseguirsi di effetti speciali (practical e non) per stupire lo spettatore. Un vero sperpero perché Sandberg sa come costruire la tensione e questo traspare chiaramente.
Anche a questo giro pesca dai suoi cortometraggi (Coffer e Attic Panic)…vedremo quando dovrà inventarsi qualcosa di nuovo.

Di buono il film offre un bel ritmo, un ottima fotografia, ambienti curati e buona regia.
A sfavore c’è da segnalare qualche clichè di troppo, battute prevedibili e un uso eccessivo di jump scare che alla lunga insensibilizzano lo spettatore.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.