Recensione su Anna

/ 20195.824 voti

Nikita 2.0 / 5 Febbraio 2021 in Anna

Luc Besson ci vuole provare di nuovo con una storia che ricorda anche troppo Nikita, ma che non conserva lo stesso fascino dell’originale.
Anna è un film il cui trailer era stato pubblicato nel 2019 ma che non è mai riuscito ad arrivare in sala probabilmente a causa dei problemi legati al COVID-19. Esce quindi direttamente sul mercato home video su supporto fisico (marzo 2021) e ancora prima come esclusiva Prime.
Gasato dall’idea di vedere l’ultimo film di Besson, dalla visione di un trailer frenetico e adrenalinico che prometteva una Nikita 2.0, sono invece rimasto molto deluso dalla visione di questo film. Come già detto Anna ha troppe similitudini con Nikita, tanto che Besson sembra sia veramente poco ispirato e voglia solo cavalcare l’onda nostalgica del successo avuto con Nikita.
La trama di Anna è piatta, assurda e priva di fondamento. Uno di quegli action movie con scene di azione e combattimenti spettacolari ma al limite dell’assurdo dove un’eroina fronteggia (anche contemporaneamente) una ventina di uomini armati e addestrati uscendone quasi indenne.
Poi la storia fa sorridere da quanto sia inverosimile e faccia acqua da tutte le parti. E’ un susseguirsi di “colpi di scena” dove dopo 2 minuti compare una scritta “3 anni prima”, “3 mesi prima” e cosi via… per spiegare come è avvenuto quel colpo di scena, ovvero con una serie di intrighi di potere non poi così interessanti.

Ho dato 6 a questo film ma è una sufficienza stentata e incerta che tra qualche giorno potrebbe diventare un 5.
Besson ha perso quel tocco da un po’ troppo tempo ormai. Peccato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext