?>Recensione | American Hustle - L'apparenza inganna | Senza...

Recensione su American Hustle - L'apparenza inganna

/ 20136.8593 voti

28 febbraio 2014

La sceneggiatura che viene dalla Black List, il grande O.Russell, il visibilio di tutti… grasse risate dico io! American Hustle è la storia di una truffa, dei truffatori e di come l’FBI abbia sfruttato la faccenda per arrestare pezzi grossi. Lungo più due ore, molto piatto registicamente e per niente all’altezza delle aspettative riposte su una storia che sulla carta è tutta effervescenza, il film, che è giusto la vetrina ideale per gli attori che vi recitano (l’unica cosa buona), soffre di arrivismo e falsità in così grandi proporzioni che è difficile guardarlo di buon occhio. Calcando la mano sulla scena, sui luoghi comuni di quegli anni, sui costumi e il parrucco, O. Russel è esagerato, pacchiano, impersonale e grottesco. Tutto sa di posticcio in questo film e moltissime scene hanno proprio impresso sopra “calchiamo la mano qua e qua. Urla qui e fai la pazza qua”. Una specie di Scorsese dei poveri direi, senza la sua classe, David O.Russell, un cineasta senza guizzi idolatrato ingiustamente, firma un’opera che non riesce dove dovrebbe riuscire, ma assicura una nomination scandalosa a Jennifer Lawrence, per un ruolo da schizzata ( come d’altronde tutti in questo film, ma di quello schizzato fasullo taaaanto adorabile) e a Cooper, Adams e Bale; questi due sono di certo i più apprezzabili all’interno di un film che a tratti imbarazza per il suo caos costruito a tavolino e il finalino ruffiano.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext